domenica 1 giugno 2008

Tutto pronto per la festa della Repubblica del 2 giugno

Quest'anno la solenne cerimonia dei festeggiamenti sarà agganciata ad un concorso fotografico

Il 2 giugno è un appuntamento da ricordare. Come ogni anno si celebra la nascita della Repubblica italiana (istituita con referendum del 2/3 giugno 1946) e si svolge la tradizionale parata militare, inserita per la prima volta nel protocollo della celebrazioni ufficiali nel 1950. Dopo che una corona d’alloro è stata deposta sulla tomba del Milite ignoto a Roma sfilano, su una delle vie più suggestive della Capitale, tutti i reparti delle forze armate e dei corpi armati dello Stato e una rappresentanza della Croce rossa italiana. La parata - che vuole essere un omaggio al lavoro e alla dedizione di servizio che unisce questi corpi - può essere seguita in diretta su Rai1 a partire dalle 9.30 e avviene alla presenza delle più alte cariche dello Stato. Il ministero della Difesa quest’anno, in occasione della festa della Repubblica, ha anche indetto una gara fotografica, in collaborazione con Nital S.p.A. e Fotografia Reflex. Il soggetto del concorso è ovviamente la festa della Repubblica italiana in ogni luogo d’Italia dove si celebra la ricorrenza. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti i fotografi non professionisti. Le foto possono essere inviate, unicamente on-line, a partire dal 9 maggio e fino alle 23,59 del 15 giugno 2008. Per i premi, il regolamento e tutte le altre informazioni potete consultare il sito della Difesa.

di Alessandro Nanni


E' Bolt il nuovo superman dei 100 metri

Il giamaicano migliora di 2 centesimi il record di Powell

Il giamaicano Usain Bolt, 21 anni, ha stabilito il nuovo record del mondo sui 100 metri facendo fermare il cronometro sullo sterpitoso tempo di 9''72. Il giovane atleta era impegnato nel prestigioso Reebok Grand Prix disputato allo Ichan Stadium di New York. Il precedente primato, 9''74, era stato stabilito dall'altro giamaicano Asafa Powell lo scorso 9 settembre a Rieti. Davvero un tempo insuperabile, ora vedremo se nella tanto attesa Olimpiade che verrà ospitata dalla Cina ci saranno atleti in grado di battere questo stratosferico record.



di Alessandro Nanni

DISCOVERY: NUOVA AVVENTURA NELLO SPAZIO

La navicella shuttle Discovery, incaricata di consegnare alla Stazione Spaziale il laboratorio giapponese Kibo e un pezzo di ricambio per la toilette guasta, é stata lanciata con successo oggi da Cape Canaveral. Il lancio è avvenuto alle 17.02 locali (23.02 italiane) in condizioni atmosferiche perfette. "Tempo stupendo per il lancio!", ha esclamato il responsabile Nasa della missione Mike Leinbach. "Preparatevi ad osservare il più grande spettacolo della Terra", ha replicato il comandate del Discovery Mark Kelly. La missione numero 123 dello shuttle è destinata a durare 14 giorni, con tre passeggiate spaziali per il montaggio del grande modulo giapponese 'Kibo' ('speranzà in giapponese), che è lungo undici metri ed occupa quasi interamente il cargo del Discovery. Tra i sette astronauti c'é anche il giapponese Akihiko Hoshide, 39 anni, al suo primo volo. Il laboratorio giapponese Kibo sarà completato solo con una successiva missione shuttle che porterà in orbita il braccio robot del modulo, che servirà per gli esperimenti esterni. Col montaggio di Kibo la Nasa avrà completato il 70 per cento della costruzione della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), una impresa che deve essere ultimata entro il settembre 2010 quando lo shuttle è destinato ad andare in pensione. Ma il pacco più atteso dai tre astronauti della Stazione Spaziale (due russi ed un americano) è quello contenente la pompa di ricambio della toilette dell'ISS, che si è rotta alcuni giorni fa costringendo gli astronauti ad ingegnarsi per risolvere il problema delle necessità corporali. Dopo avere usato per alcuni giorni la toilette della navicella Soyuz, agganciata alla Stazione Spaziale come veicolo d'emergenza, i tre astronauti hanno attaccato dei sacchetti alla toilette dell'ISS per impedire la dispersione dell'urina, in assenza di gravità, all'interno del loro abitacolo. Con l'arrivo dei sette astronauti del Discovery la situazione della toilette guasta diventerà ancora più grave. "E' come avere sette ospiti a casa e l'unico bagno rotto", ha sintetizzato un portavoce della Nasa. Nei mesi a venire sarà installata una seconda toilette nella Stazione Spaziale in vista dell'aumento della popolazione dell'ISS da tre a sei astronauti quando il progetto sarà in fase avanzata. Il programma dei sette astronauti del Discovery prevede inoltre lavori di manutenzione al sistema di raffreddamento della ISS e la riparazione di un inconveniente che affligge due pannelli solari già installati da missioni precedenti. Tra gli spettatori del lancio in Florida c'era anche la deputata Gabrielle Giffords, che aveva una ragione speciale per essere presente: ha sposato sei mesi fa Mark Kelly, il comandante della missione.

FONTE: ANSA