giovedì 12 giugno 2008

Salute: con 4 bicchieri di latte al giorno lil rischio di fratture diminuisce del 37%

Quattro bicchieri di latte al dì per dare una bella sforbiciata al rischio fratture, riducendo il pericolo di ossa rotte di un bel 72%. La regola di fare scorpacciata di latte e derivati non vale, a quanto pare, solo per piccoli e teenager, ma resta una norma a cui attenersi anche con il trascorrere degli anni. Non è mai troppo tardi, infatti, per mettere al riparo le ossa da brutte sorprese. Lo dimostra uno studio internazionale capitanato dall'università di Zurigo e dalla scuola di medicina di Darthmouth, che ha guadagnato le pagine del quotidiano parigino Le Figaro nel giorno in cui apre i battenti nella capitale francese il Congresso europeo annuale di reumatologia (Eular). Realizzato su ben 930 persone in buona salute, tra i 20 e gli 80 anni d'età, lo studio mostra che 1.200 milligrammi di calcio al giorno, l'equivalente di circa 4 bicchieri di latte, fanno scendere vertiginosamente il rischio fratture (-72%). Per dimostrare come il calcio sia un toccasana per la salute a qualsiasi età, contrastando sia in culla che da adulti il pericolo di ossa di cristallo, i ricercatori hanno diviso il campione in due gruppi: al primo sono stati somministrati 1.200 milligrammi di calcio al dì per quattro anni, al secondo gruppo il placebo. Ebbene, i risultati parlano chiaro. Nel primo gruppo ci sono state 4 fratture in 4 anni, contro le 14 riscontrate nel secondo gruppo. Ma fare scorpacciate di latte per qualche anno non basta, la regola deve valere tutta la vita. Osservando il campione dopo i 4 anni di monitoraggio, infatti, i ricercatori hanno osservato che i benefici del primo gruppo svanivano in quanti avevano abbandonato i 1.200 milligrammi di calcio dopo la ricerca. Il rischio di fratture, infatti, tornava a lievitare per quanti rinunciavano al latte, raggiungendo i livelli del gruppo che aveva assunto placebo.

FONTE: adnkronos.it

BUSH E' ARRIVATO A ROMA

La città blindata lo accoglie....

Bush e' giunto a Roma sull'Air Force One, atterrato a Ciampino. Quando e' apparso dal portellone del Boeing 747 con i colori bianco e celeste e l'emblema della bandiera a stelle strisce sulla coda, George W. Bush ha salutato con piu' cenni della mano rivolto verso fotografi e cineoperatori. Sotto la scaletta del velivolo erano presenti a salutarlo l'ambasciatore Usa a Roma, Ronald P. Spogli, con gli ambasciatori presso il Vaticano Mary Ann Glendon e presso la Fao, Gaddi Vasquez; per parte italiana l'ambasciatore a Washington, Giovanni Castellaneta e il capo del Cerimoniale diplomatico della Repubblica, ambasciatore Leonardo Visconti di Modrone. Per la segreteria di Stato del Vaticano, il saluto e' stato porto dal nunzio apostolico, monsignor Peter Paul Prabhu, e dal capo del protocollo, monsignor Fortunatus Nwachuwu. Bush si e' intrattenuto a colloquio per alcuni minuti e poi, direttamente sul piazzale di rappresentanza antistante la palazzina del 31°Stormo, ha preso posto sulla speciale limousine nera blindata che si era fermata a pochi metri dall'Air Force One. Il lunghissimo corteo, scortato da un imponente dispositivo di sicurezza sia italiano sia statunitense, ha lasciato l'aeroporto di Ciampino diretto alla residenza dell'ambasciata Usa ai Parioli. Circa mezz'ora prima dell'aereo presidenziale, era atterrato a Ciampino il Boeing 757 di ''appoggio'' che segue il viaggio del Presidente Usa in Europa. Bush si e' trasferito direttamente a villa Taverna, residenza dell'ambasciatore americano in Italia, dove sarà ospite per tutta la durata della sua permanenza in Italia; Roma intanto appare una città blindatissima, con un dispiegamento delle forze di Polizia senza precedenti, circa 10000 unità a vigilare sulla sicurezza del Capo di Stato Americano. Qualche ora di riposo e una cena privatissima con il suo staff a "casa dell'ambasciatore": è stato questo - a quanto si è appreso da fonti americane - il programma della prima sera a Roma del presidente Bush che proviene dalla Germania. Esclusi ieri gli altri appuntamenti anche perché, sottolineano le fonti, il presidente, che è già alla terza tappa della sua visita in Europa, "é stanco". La first lady, Laura Bush, raggiungerà il marito a Roma domani dove, in fine mattinata, pronuncerà un discorso di fronte al Comitato esecutivo del programma alimentare mondiale dell'Onu (Pam).

FONTE: ANSA

Elisa Vincenti, una modella perfetta con la passione.... per la medicina olistica

Ha iniziato la sua carriera artistica qualche anno fa come fotomodella quando aveva appena 20 anni, da quel momento in poi ha collezionato un numero interminabile di successi la nostra bella e sensuale Elisa Vincenti, giovane promessa del mondo dello spettacolo. Del resto la sua bravura è testimoniata da numerose apparizioni in TV, come la recente partecipazione al programma Markette in onda su La7 e condotto dal bravissimo Chiambretti. Tuttavia non siamo noi i primi a scoprirla visto che la splendida Elisa vanta numerose interviste e servizi fotografici apparsi sulle più famose testate editoriali come ad esempio Panorama (che le ha dedicato un articolo nell’ottobre 2005) e Fox uomo (numero di ottobre 2005), ed è stata fotografata dai più bravi professionisti del settore come Andrea Cresci & Lorenzo Corsiani, Francesco Caruso, Sandro Sani, Gabriele Rigon e tanti altri. Presentatrice, show girl, fotomodella, ma anche scrittrice di poesie, mamma di una bellissima bambina e studentessa di Medicina….. sono tanti i suoi impegni professionale, ma il sottoscritto non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione di incontrare questa affascinante e poliedrica bellezza dalle origini toscane, che oramai è molto più che una promessa per il mondo della moda e dello spettacolo. Conosciamola più da vicino allora, apprezzandola non solo per le sue indiscutibili doti artistiche ma anche per le sue approfondite conoscenze legate allo studio della medicina olistica.Elisa, come è iniziata la tua carriera professionale e quali soddisfazioni hai avuto nel tuo lavoro?
E’ iniziata come per molte mie colleghe, con un concorso locale. Le soddisfazioni sono state tantissime, mi sono resa conto innanzitutto, dei vistosi miglioramenti che ottenevo mano a mano che andavo avanti nella professione, testimoniati dal riscontro positivo riscosso nei miei ammiratori dopo la pubblicazione dei lavori svolti oppure dopo le apparizioni televisive che mi hanno vista come protagonista. Ho un notevole seguito di fans da tutto il mondo, e questo per me è sbalorditivo; mi scrivono via mail o via posta da USA, Svezia, Francia, Argentina ed anche un simpaticissimo fan dalla Cina.

Oltre ad essere una bellissima modella, sei anche una bravissima mamma, quali sono i valori che cercherai di trasmettere alla tua splendida figlia?

Di pensare con la sua testa, di andare oltre le convenzioni e le apparenze. Essere sempre vera.

Abbiamo letto nel tuo curriculum che sei anche studentessa di Medicina Olistica, ci spieghi il perché di questa scelta disciplinare ed in cosa consiste questo tipo si scienza?

Il mio interesse è iniziato a circa 16 anni leggendo libri e riviste sui vari argomenti, come l’aromaterapia, l’ayurveda, la fitoterapia, eccetera. Applicando poi tali discipline mi sono resa conto che combaciavano con il mio modo di sentire e percepire la vita…. La medicina Olistica è una scienza bionaturale, multidisciplinare e interdisciplinare per l’educazione alla salute individuale e sociale, non si focalizza sulla malattia ma risulta indirettamente terapeutica stimolando le capacità di auto-guarigione del corpo.

Nella tua professione la bellezza è senza dubbio importantissima, puoi svelarci qualche tuo segreto per mantenerti in forma?

Alimentazione sana, non saltare i pasti, non fare le ore piccole abitualmente. Niente di più.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Di progetti ce ne sono diversi, ma purtroppo nella mia professione non ci sono certezze fino all’ultimo minuto…. Tutto può saltare anche dopo mesi di progettazione.Quindi incrociate le dita per me! Se tutto andrà bene mi vedrete protagonista di alcuni servizi fotografici su riviste nazionali e qualche apparizione televisiva.

Come ti piace trascorrere il tempo libero?

Teatro, Cinema, quando è possibile viaggiare, scrivere poesie.

Il tuo sogno nel “cassetto”…..

Essere soddisfatta e gratificata di me stessa. E che la mia storia d’amore continui…

C’è una domanda che non ti hanno mai fatto in una intervista ma che vorresti ti facessero?
Se potessi viaggiare nel tempo quali personaggi vorresti conoscere e risponderei: “Leonardo da Vinci, Nostradamus e Michelangelo”.

Le foto di Elisa Vincenti sono tratte dal suo sito personale www.elisavincenti.it