venerdì 27 giugno 2008

Budapest, incontro mondiale blogger

Come la comunicazione via web influisce sulla vita pubblica
Appuntamento oggi a Budapest dei blogger di mezzo mondo per il consueto raduno annuale di 2 giorni, il Global Voice Citizen Media Summit. Partecipano gli autori di blog, circa 500 tra Europa e Nord-America, e i giornalisti on-line. All'esame l'influenza della comunicazione via web sulla vita pubblica. La comunicazione fra cittadini online puo' cambiare la societa': questo il messaggio del forum, che ha discusso anche le difficolta' linguistiche che ostacolano la diffusione del blog.


FONTE: ansa.it

Marte: la sua terra è adatta a coltivare gli asparagi

Trovate tracce alcaline e di nutrienti minerali necessari alle piante
Se venisse trasportato da Marte un campione del terreno prelevato dalla sonda Phoenix ci sarebbe la possibilità di coltivare gli asparagi. E' questa l'immagine che gli scienziati della Nasa impegnati nel progetto Phoenix hanno utilizzato per spiegare i risultati delle prime analisi chimiche condotte sul campione di terreno prelevato dal pianeta dalla sonda spaziale. Il terreno analizzato e' alcalino e pieno dei nutrienti minerali di cui le piante hanno bisogno per vivere.

FONTE: ansa.it

Pesce Pagliaccio: allarme estinzione dopo il successo riscosso al cinema

L'allarme lanciato da un biologo marino che ha studiato le barriere coralline

È una storia che ha intenerito milioni di padri e di figli in tutto il mondo: l'epica lotta di un papà per ritrovare il figlio perduto. Entrambi, sia il genitore che la sua amata creatura, sono pesci, o meglio pesciolini, per la precisione pesci pagliaccio: un adorabile animaletto pinnato, di un bel colore arancione striato di bianco. Nella storia, dopo che un barracuda gli ha mangiato la mamma e i fratelli (questi ultimi ancora chiusi dentro le uova), il pesce-bimbo si perde nell'oceano, viene pescato da un dentista, che se lo porta a casa, a Sidney, lo regala a una pestifera figlia, che lo chiude in un acquario. Alla fine di innumerevoli avventure, il pesce-papà ritrova suo figlio, che evade dall'acquario e torna felice nel suo ambiente naturale, il mare. Questa è la trama di "Alla ricerca di Nemo" ("Finding Nemo" nella versione originale), il film della Walt Disney in associazione con la Pixar che nel 2003 ha ottenuto il maggiore incasso di tutti i tempi per un cartone animato e un premio Oscar l'anno successivo. La pellicola aveva una evidente morale: il posto di quei bei pesciolini colorati è il mare, non l'acquario di casa, che a qualcuno di noi può piacere come pezzo d'arredamento ma che a loro, i pesci che ci abitano, probabilmente deve sembrare una prigione. Ma l'effetto a lungo termine, a quanto pare, è stato l'esatto opposto: quei milioni di bimbi umani, tornati a casa dal cinema, hanno chiesto al papà e alla mamma di comprare loro un pesce come quello del film. E adesso i naturalisti lanciano l'allarme: il pesce pagliaccio rischia di scomparire dai mari, sta diventando una specie in via di estinzione. Se continua così, la "ricerca di Nemo" diventerà infruttuosa: non lo si troverà più da nessuna parte, tranne che nell'acquario da cui lui voleva disperatamente fuggire. A segnalare questo pericolo imminente è stato un biologo marino britannico, Billy Sinclair, docente alla University of Cumbria, che ha trascorso gli ultimi cinque anni a studiare i pesci pagliaccio delle barriere coralline australiane. Ha scoperto così che in alcune aree il numero di esemplari di questa specie è calato del 75 per cento. "Per essere salvato dall'estinzione - afferma lo scienziato - dovrebbe essere immediatamente classificato come specie a rischio". Naturalmente non tutti i pesci pagliaccio che finiscono negli acquari provengono dalla barriera corallina australiana o da qualche altro mare tropicale: in Gran Bretagna, per esempio, secondo dati citati dallo stesso Sinclair, ogni anno vengono importati circa 110 mila pesci pagliaccio, il 50 per cento dei quali viene allevato in cattività, ovvero di fatto nasce già in un acquario. Ma la restante metà viene da un mare o da un oceano. Ed è comunque abbastanza per minacciare la sopravvivenza di questa specie. Paradossalmente, insomma, la commovente storia del piccolo Nemo animato è servita, anziché a proteggerlo e a salvarlo, a mettere in pericolo il pesce pagliaccio della realtà. Forse bisognerebbe girare un altro film, intitolato "E smettetela di cercare Nemo!", perché venga lasciato dov'è, in pace, a casa propria.

FONTE: Enrico Franceschini (larepubblica.it)

Icann: nuove disposizioni sulla registrazione dei siti

Rivoluzione nel web, via alla liberalizzazione dei domini

Il Consiglio di amministrazione di Icann (la società che gestisce l'assegnazione degli indirizzi Internet), riunito a Parigi, ha approvato oggi all'unanimità la decisione di fornire agli utenti la possibilità di registrare domini con estensioni di ogni tipo. Non più solo .com o .it, quindi, ma anche .buongiorno, .salve e .qualsiasi parola venga in mente al gestore di un sito. Approvata, sempre all'unanimità, anche l'apertura della rete agli alfabeti non latini, come l'arabo e il cinese, che fino ad oggi dovevano invece passare attraverso traslitterazioni per essere utilizzati online. Le novità approvate oggi, ha dichiarato il presidente di Icann Paul Twomey, rappresentano «una grande opportunità per il settore», anche se, precisa, ci vorranno «ancora almeno tre o quattro mesi per finalizzare i dettagli di questa liberalizzazione». La data più probabile per l'effettiva entrata in funzione, sempre secondo Twomey, sarebbe quindi il secondo semestre del 2009.
Tra i dettagli che restano da definire, il costo di una pratica di registrazione di una nuova estensione, che secondo i calcoli dell'Afnic (l'autorità che gestice i domini francesi) potrebbe arrivare a decine di migliaia di euro.

FONTE: ilsole24ore.it

Piazza Affari, le azioni da tener d'occhio oggi

FINMECCANICA -Il cda ha deliberato di proporre alla prossima assemblea straordinaria l'attribuzione della delega ad aumentare il capitale sociale a pagamento e in via scindibile per un importo complessivo massimo, comprensivo di sovrapprezzo, di 1,4 miliardi di euro, al servizio dell'acquisto di Drs. [nL26298611] Intesa Sanpaolo spera di giocare un ruolo importante nell'operazione di aumento di capitale di Finmeccanica. Il gruppo elettronico della difesa francese Thales ha smentito quanto scritto ieri dal quotidiano finanziario Les Echos affermando di non avere in programma nessun piano per una controfferta sull'azienda americana Drs Technologies che ha già raggiunto un accordo per essere acquisita dall'italiana Finmeccanica. [nL2617723 ]

UNICREDIT - Vede per i prossimi tre anni un minor peso delle attività di 'investment banking', raggruppate nella divisione MIB, e una marcia a due velocità tra Europa dell'Est, con una crescita dei ricavi a doppia cifra, e quella Continentale. Sono questi i punti chiave del piano 2008-2010 presentato oggi dal gruppo bancario che vede una crescita annua dell'Eps del 10-12% e il taglio di 9.000 posti di lavoro in Italia, Germania e Austria a fronte di 11.500 nuovi occupati nei paesi dell'Europa del Centro-Est. [nL26267091]

BPM - Il cda dell'8 luglio discuterà della nomina di un direttore generale, il candidato è Davide Croff, scrive Finanza e Mercati. Il consiglio dell'1 luglio discuterà invece dell'acquisizione della Banca Popolare di Mantova.

ALITALIA - L'Ad di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, scommette che gli imprenditori parteciperanno al rilancio di Alitalia perché ci sarà un progetto che segue le regole del mercato. [nL26564150]

SAIPEM - Si è aggiudicata nuovi contratti nel settore delle perforazioni onshore per un valore complessivo di circa 1,1 miliardi di dollari. Lo dice una nota precisando che i contratti sono stati assegnati a Saipem da varie compagnie petrolifere e riguardano il noleggio per attività di perforazione a terra di 32 impianti di varia potenza, di cui 13 di nuova costruzione, in Sud America (principalmente Venezuela e Perù) e in Ucraina. [nL26112837]

ENEL - Come anticipato dall'Ad di Enel Fulvio Conti, la tedesca E.On ha perfezionato l'acquisto degli asset di Endesa in conseguenza dell'acquisto della azienda spagnola da parte di Enel. La transazione è stata effettuata per 11,5 miliardi, poco meno degli 11,8 miliardi annunciati da E.On nel marzo scorso. [nL2665989 ]

CREDEM - L'assemblea straordinaria di Credito Emiliano ha conferito al cda delega per aumentare il capitale, in una o più tranche, fino ad un massimo di 500 milioni in cinque anni e la prima tranche verrà esercitata a luglio.


FONTE: reuters.it

Aids: progressi per il vaccino italiano

Si conclude la seconda fase del test, via libera da 9 centri su 11

Ormai in dirittura d'arrivo la seconda fase di sperimentazione del vaccino anti-Aids messo a punto dal gruppo di ricercatori coordinato dalla biologa Ensoli. Via libera da parte di nove centri su undici (uno solo ha dato parere negativo e un altro sta completando la valutazione). Attualmente, ha detto il presidente dell'Iss Enrico Garaci soltanto il comitato etico di un centro non ha approvato la sperimentazione. E' opinione di tutti gli esperti che è stata imboccata la via maestra relativa alla definitiva consacrazione di un vaccino idoneo a debellare la malattia del secolo.


FONTE: ansa.it