martedì 12 agosto 2008

Georgia: il Ministro La Russa è pronto a inviare soldati per un' operazione di peacekeeping

Forza di pace sotto l'egida dell' Unione Europea, ma con meno di mille unita' italiane

L'Italia e' pronta sin da ora a partecipare con i propri militari in una ipotetica operazione di peacekeeping nella Georgia sotto la bandiera dell'Ue, lo afferma il Ministro della Difesa italiano Ignazio La Russa, in una dichiarazione trasmessa all'ANSA sottolineando pero' che il contingente sarebbe 'inferiore alle mille unita'', altrimenti bisognerebbe 'riconsiderare la presenza negli altri teatri'. La Russa ha precisato che la 'decisione politica' spetta 'al premier, al ministro degli Esteri e al Consiglio dei ministri nella sua collegialita''.

FONTE: ansa.it

Dentisti all'estero: cura, soggiorno e vacanza tutto incluso

Come curarsi i denti senza spendere una fortuna.....

Se le cure odontoiatriche in Italia costano troppo, niente paura, basta andare all'estero, in particolare nei Pesi dell'Est, dove le cure dentistiche hanno prezzi più agevolati. Negli ultimi anni, infatti Croazia, Ungheria, Polonia, o Romania sono diventate mete di numerosi italiani che le hanno scelte come mete per risparmiare sulle spese odontoiatriche dove si può arrivare a spendere fino al 70% in meno rispetto all'Italia. Si parla pertanto sempre di più di viaggi all'estero all'insegna del risparmio ma ciò che più colpisce è che chi parte pensa bene di non limitare il viaggio alla sola cura odontoiatrica ma unisce anche una bella visita della città straniera. Ecco allora che tour operator si stanno specializzando nell'offerta di pacchetti da quattro o cinque giorni che comprendono il volo, le cure dentistiche, il vitto e l'alloggio e la visita della città in cui si trova lo studio prescelto.
Alcuni esempi:
Il sito della clinica ungherese Rosengarten Dental mette in evidenza oltre al servizio odontoiatrico, dei servizi collaterali come il centro benessere e l'hotel. Se si arriva in aereo, il centro mette a disposizione una navetta che accompagna il cliente fino alla struttura di cura e soggiorno. Altri centri invece, come quelli croati, non offrono nessun servizio collaterale, perché preferiscono puntare tutto sull'attività odontoiatrica, rispondere in maniera rapida alle esigenze del cliente senza rinunciate alla qualità del servizio.
I prezzi
Andando all'estero si può arrivare a risparmiare fino al 70% del costo che si pagherebbe in Italia. Inoltre i tempi di attesa non sono lunghi come in Italia, e il servizio è di qualità e soddisfacente.
Consigli
Conviene davvero andare all'estero per farsi curare una carie? Secondo quanto sostiene Laura Stromengher, direttore dell'Unità operativa di odontoiatria dell'Università di Milano, è necessario informarsi bene prima di partire, verificare che chi eseguirà gli interventi sia gente competente ovvero assicurarsi con chi si ha a che fare e quali siano realmente i servizi che offre. Per quanto riguarda gli standard qualitativi e di igiene, Laura sostiene che l'Italia, sul versante igiene, sia eccellente ma non significa che gli altri paesi non lo siano. Nel dubbio, per poter partire tranquilli ci si può rivolgere a strutture italiane che organizzano tour dentistici all'estero invece che consultare solo i siti internet. Ricordarsi inoltre di controllare che nel preventivo siano elencati tutti i costi: cure, volo, alloggio e l'assistenza post-operazione. Infine, non dimenticare di richiedere una dichiarazione delle cure effettuate.

FONTE: lastampa.it

Olimpiadi: Francesco d'Aniello centra una argento che vale oro....

Bellissima medaglia conquistata dall'atleta alle Olimpiadi in corso di svolgimento a Pechino, delle Fiamme Oro, l'eccellente gruppo sportivo della Polizia di Stato, nella specialità del Double Trap (Tiro a Volo) alle Olimpiadi in corso di svolgimento a Pechino; con 187 piattelli colpiti su 200 l'italiano si è piazzato subito dopo l'americano Walton Eller (190/200) e prima del cinese Binyuan Hu (184/200), che ha beneficiato di un paio di piattelli non colpiti dati per buoni dai giudici di gara. Dopo la finale D'Aniello si e' inginocchiato a terra, ha alzato le braccia al cielo ed e' crollato in un lungo pianto di emozione. Il bottino italiano di medaglie si arricchisce quindi di un ulteriore argento..... avanti così!!

Alessandro Nanni

Olimpiadi: Federica Pellegrini in finale nei 200 stile libero

Dopo la delusione nei 400 s.l. ed il record del mondo centrato durante le batterie, la nostra Fede dimostra di andar forte anche al mattino

PECHINO - Federica Pellegrini ha imparato a nuotare forte anche al mattino. Almeno nei 200 stile libero. Dopo la delusione dei 400 stile libero e il record del mondo nelle batterie dei 200 stile libero con 1'55''45, l'azzurra vincendo la sua batteria si è qualificata per la finale dei 200 che si disputerà mercoledì.
"QUESTI ORARI CI STRONCANO" - Lunedì la giornata olimpica di Federica Pellegrini era stata un'altalena di risultati, emozioni e prospettive contrastanti. Le finali mattutine, imposte dai ricchi contratti tv verso il pubblico che per il nuoto conta di più, ovvero quello statunitense, fanno qualche vittima illustre. Una di queste è Federica Pellegrini, che nella batteria dei 400 sl, al pomeriggio, aveva stabilito il nuovo primato olimpico entrando con il miglior tempo in finale. Dove però si gareggiava la mattina e Federica ha offerto una prestazione deludente, per lei e per i tifosi italiani. Soltanto quinta in una specialità dove puntava all'oro. E soprattutto mai in gara, nelle migliori tre soltanto nei primi rilevamenti. Poi risucchiata lontano dal podio. "Non so cosa sia successo - dice alla fine- ma è troppo duro gareggiare la mattina. Mi sono mangiata una medaglia, ma penso che la colpa non sia solo mia. Durante l'anno abbiamo fatto di mattina solo allenamenti e non competizioni, ma non è la stessa cosa. Questi orari ci stroncano".
IL PRIMATO - Forse questa è una parte della spiegazione: c'è chi si adatta meglio e prima. Chi, magari come Federica, non ci riuscirebbe comunque o lo farebbe a fatica. «Bastava che battessi il tempo di ieri e le cose sarebbero andate diversamente - dice la Pellegrini - . Ho cercato di stare con le altre nei primi 200 per poi sfruttare la progressione, ma non ci sono riuscita. Ora confido nei 200, una gara che sento più mia e che so gestire meglio". Al via il ritmo era stato imposto dalla francese Manoudou, che ha retto fino a metà gara. Poi è stata l'americana Hoff a dare i tempi e ad allungare. La Pellegrini sembrava attendere il momento della rimonta finale che invece non le è riuscita. Al suo posto l'ha tentata con successo la britannica Adlington, oro davanti alla statunitense e all'altra britannica Jackson. La delusione è stata tale che Federica, nel pomeriggio, in vasca per la batteria dei 200, si è tuffata in una prova di orgoglio e di rabbia che l'ha portata a frantumare il primato del mondo. E' il terzo record mondiale della pellegrini, che detiene duello dei 400 sl e che aveva detenuto (per un giorno) anche quello dei 200.

FONTE: corriere.it

Al Qaeda: ucciso uno dei suoi capi in Pakistan

Notizia appresa da fonti della sicurezza; si tratterebbe di Abu Said Al- Masri, un importante dirigente dell'organizzazione terroristica

Abu Said Al-Masri, un importante dirigente di Al Qaida, e' stato ucciso in Pakistan. Lo hanno comunicato oggi fonti della sicurezza. Nel frattempo, sei membri delle forze di sicurezza pachistane sono stati uccisi oggi a Peshawar, in Pakistan nord occidentale, quando un ordigno e' esploso al passaggio del loro veicolo, ha reso noto una fonte militare.








FONTE: ansa.it