giovedì 21 agosto 2008

Tesla, la supercar elettrica sbarca in Europa

Raggiunge i 200 km all'ora e costa 99mila euro. Carica in 4 ore

Tesla Roadster, la supercar elettrica delle meraviglie, è da oggi in vendita: negli Stati Uniti come in Europa. Presentata in Europa al salone automobilistico di Londra, costa 99mila euro più Iva dal nostro lato dell'Atlantico mentre ci vogliono "solamente" 109mila dollari se si abita in America. Eppure la Tesla viene assemblata in Gran Bretagna, presso lo stabilimento della Lotus di Norfolk. Non è un caso quindi - fa notare il quotidiano londinese Evening Standard, che l'ha guidata per le strade della capitale - che la Tesla assomigli molto ad una Lotus. Le similitudini, però, si fermano alla carrozzeria. Sotto il cofano della macchina infatti trovano posto 6.800 batterie che tutte insieme sprigionano una potenza di 185 cavalli; spingono la vettura fino ai 200 chilometri orari; raggiungono i 100 all'ora in 3,9 secondi e danno alla vettura 365 km di autonomia. Bastano poi quattro ore di ricarica per fare il "pieno" e tornare in pista.
La macchina ecologica conquista i Vip. «Questa è una vera macchina sportiva ed è pensata per quelle persone che si preoccupano per l'ambiente e non solo delle prestazioni», ha detto allo Standard Darryl Siry della Tesla. Un modello di un livello tale da conquistare - sembra - vip del calibro di George Clooney, Matt Damon, Brad Pitt e Arnold Schwarzenegger, già nelle liste d'attesa. Sono 1.100 i modelli pronti per il mercato americano mentre 250 sono quelli riservati all'Europa. «La ripresa ti toglie il fiato e la mancanza di marce o rumore è ancora più esaltante», scrive l'Evening Standard. Al di là dei cavalli, infatti, la struttura stessa di un motore elettrico è completamente diversa da quello a scoppio: accelerazione fulminante, marcia unica e silenzio completo. Dettaglio, questo, che potrebbe però presentare qualche rischio: i pedoni non la sentono arrivare. «Meno male che i freni sono ottimi», ha chiosato lo Standard.

FONTE: ilmessaggero.it

Conto corrente on-line: i consigli per evitare le frodi

Dodici consigli per gestire il conto corrente via internet in sicurezza. Abi Lab, il Consorzio per la ricerca e lo sviluppo delle tecnologie per la banca promosso dall’Abi (l'associazione che riunisce le banche italiane) ha realizzato un poster che da settembre sarà affisso nelle banche di tutta la penisola, con le principali regole per operare online in modo veloce, comodo e soprattutto sicuro. Consigli rivolti ai milioni di correntisti che ormai usano il web per gestire i soldi. I conti correnti abilitati a operare via internet sono infatti ormai oltre 12 milioni, il 65% dei quali (circa 8 milioni) sono effettivamente attivi ed utilizzati più di una volta a settimana. Ecco la lista dei consigli degli esperti dell'Abi.

Come difendere il proprio computer da sguardi indiscreti.

1) Installa e mantieni aggiornati software di protezione (antivirus e antispyware) ed effettua delle scansioni periodiche. Aggiorna costantemente il sistema operativo e gli applicativi del computer, installando solo gli aggiornamenti ufficiali disponibili sui siti delle aziende produttrici.
2) Proteggi il traffico in entrata e in uscita dal tuo computer con programmi di filtraggio del flusso di dati (firewall).
3) Durante la navigazione in internet, non permettere attività da remoto non autorizzate e acconsenti solo all’installazione di programmi di cui puoi verificare la provenienza.
4) Fai attenzione a qualsiasi modifica improvvisa delle impostazioni di sistema o ad eventuali peggioramenti delle prestazioni generali (rallentamenti, apertura di finestre non richieste, ecc.) che possono indicare infezioni sospette.
5) Verifica l’autenticità della connessione con la tua banca, controllando con attenzione il nome del sito nella barra di navigazione. Se è presente, “clicca” due volte sull’icona del lucchetto (o della chiave) in basso a destra nella finestra di navigazione e verifica la correttezza dei dati che vengono visualizzati.

Come evitare le trappole.

6) Diffida di qualunque richiesta di dati relativi a carte di pagamento, chiavi di accesso all’home banking o altre informazioni personali. La tua banca non ti chiederà mai queste informazioni via e-mail.
7) Per connettersi al sito della tua banca, scrivi direttamente l’indirizzo nella barra di navigazione. Non cliccare su link presenti in e-mail sospette che potrebbero condurti a siti contraffatti, molto simili all’originale.
8) Controlla regolarmente le movimentazioni del tuo conto corrente per assicurarti che le transazioni riportate siano quelle realmente effettuate.
9) Diffida di qualsiasi messaggio (di posta elettronica, siti web, contatti di instant messaging, chat o peer-to-peer) ti inviti a scaricare programmi o documenti dei quali ignori la provenienza.
10) Fai attenzione ad eventuali anomalie rispetto alle abituali modalità con cui ti viene richiesto l’inserimento dei dati personali sul tuo sito di home banking.
11) Internet è un po’ come il mondo reale: come non daresti a uno sconosciuto il codice pin del tuo bancomat, allo stesso modo non consegnare i tuoi dati senza essere sicuro dell’identità di chi li sta chiedendo. In caso di dubbio, rivolgiti alla tua banca.

FONTE: ilmessaggero.it

Monete false: allarme nell'Unione Europea

Boom dei falsi, soprattutto i tagli da 2 euro

Le monete fasulle in circolazione sono sempre di più: prime tra tutte, quelle da due euro. Nel primo semestre di quest'anno la falsificazione di questi "pezzi" ha registrato un vero boom: +418,73% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Meno forte, ma sempre consistente, l'aumento dei falsi delle monete da 1 euro (+125%) e da 50 centesimi (+130%). Sono questi i dati salienti forniti dal recente "Rapporto statistico sulla falsificazione dell'euro", redatto dal Dipartimento del Tesoro-direzione rapporti finanziari internazionali. «Le organizzazioni criminali - si legge nel documento - mostrano sempre maggior interesse verso la contraffazione di monete da 2 euro». Solo nei primi sei mesi dell'anno sono state accertate dalla Banca d'Italia come false 12.798 monete. Sul fronte delle banconote, i tagli da 50 euro costituiscono l'obiettivo privilegiato dei tentativi di falsificazione e rappresentano il 26,76% del totale delle banconote ritirate dalla circolazione nei primi 6 mesi. In totale, nel periodo, la Banca d'Italia ha trovato nelle sue perizie 73.889 banconote false: un teoro complessivo da 4,5 miliardi di euro. Ma il "giro" della contraffazione nei primi sei mesi potrebbe riservare dati più consistenti: le segnalazioni pervenute su presunte irregolarità hanno portato infatti al ritiro o al sequestro di ben 241mila banconote (+294% sullo stesso periodo dell'anno scorso), parte della quali, probabilmente, non sono state ancora periziate. Non tutti i pezzi sequestrati o ritirati in base a dubbi o segnalazioni vengono infatti periziati immediatamente - ricorda il rapporto - con «conseguente non coincidenza tra i dati relativi al ritiro e l'attività periziale». Stando ai sequestri e ai ritiri, la maggior parte dei potenziali falsi - per quanto riguarda i biglietti - riguarda le banconote da 50 euro (l'87% del totale) mentre a livello territoriale il fenomeno appare più consistente al Sud, che conta oltre 200mila "ritiri" sui 241mila totali con la Puglia al top (201mila), concentrati soprattutto a Lecce (200mila pezzi sequestrati). Per quanto riguarda, invece, la "provenienza" del conio, la maggior parte dei biglietti sequestrati appare relativa a Paesi diversi dall'Italia: 216mila pezzi ritirati «non riporta come elemento iniziale della combinazione alfanumerica l'indicazione riservata alla Banca d'Italia, bensì quella relativa ad altri Paesi facenti parte dell'area euro».

FONTE: ilmessaggero.it

Olimpiadi Pechino 2008: da Elisa Rigaudo arriva la prima medaglia italiana dell'atletica

Intanto Veronica Calabrese centra la semifinale nel Taekwondo (57kg)

L'atletica 'sveglia' l'Italia con la sua prima medaglia. Elisa Rigaudo centra il bronzo nei 20 km di marcia femminile sotto la pioggia. L'oro è andato alla russa Olga Kanistina, l'argento alla norvegese Kjerst Platzer. L'azzurra ha avuto una condotta di gara molto equilibrata. Subito dopo la partenza l'allungo immediato della russa, verso metà gara le posizioni si sono allungate, nel finale l'azzurra ha poi recuperato posizioni passando dal sesto al terzo posto. Per l'Italia quella della marciatrice piemontese è la ventunesima medaglia a questi Giochi di Pechino. Sempre nell'atletica Antonietta Di Martino si è qualificata per la finale del salto in alto: l'azzurra ha saltato 1,93 piazzandosi quinta nella classifica generale. Podio sfiorato anche nel nuoto di fondo. Valerio Cleri è giunto quarto nella 10 chilometri. Sempre tra i primi per tutta la gara, l'azzurro ha chiuso a 15 secondi circa dall'olandese Maarten van der Weijden. Intanto nelle prime due prove del pentathlon moderno (tiro e scherma), Nicola Benedetti ha fatto registrare un 14/o e un 18/o posto, mentre Andrea Valentini un 16/o e un 10/o. Nella piattaforma femminile da 10 metri di tuffi Tania Cagnotto è riserva per la finale, eliminata invece Valentina Marocchi: la prima ha concluso la semifinale al 13/o posto, Valentina Marocchi al 15/o posto. Nel taekwondo Veronica Calabrese (57 kg) ha superato al primo turno la colombiana Doris Patino per 2-0 ed ora disputa i quarti di finale contro la senegalese Bineta Diedhiou. Spagna in lutto per la tragedia di ieri all'aeroporto Barajas di Madrid. Nel pomeriggio cinese verrà osservato un minuto di silenzio da tutta la delegazione presso Casa Spagna. Al Villaggio atleti la bandiera spagnola è stata issata a mezz'asta. Nella seconda metà della giornata di Pechino attesa per le classi Star e Tornado di vela, con Diego Negri, Luigi Viale, Edoardo Bianchi e Francesco Marcolini in finale. Nel taekwondo invece, Veronica Calabrese (57 kg) ha superato ai quarti di finale del torneo olimpico la senegalese Bineta Diedhiou per 3-0. L'azzurra aveva battuto al primo turno la colombiana Doris Patino per 2-0. L'atleta pugliese (nata nel 1987 a Mesagne, nel brindisino) sfidera' ora in semifinale l'atleta coreana Sujeong Lim che nell'altro quarto di finale si e' imposta 4-1 sulla neozelandese Robin Cheong.

FONTE: ansa.it