venerdì 29 agosto 2008

Genetica: da nuovi esami clinici, duro colpo al crimine

Nuovo test del Dna inchioda un colpevole tra 200 sospetti

La scienza, con i suoi continui progressi sta per infliggere un ulteriore duro colpo al crimine. Un nuovo test del Dna infatti, potra' inchiodare con ampi margini di certezza, un colpevole tra 200 persone sospettate. Nel prossimo futuro si potrebbe arrivare anche fino a 1000 individui ma quel che conta e' che con questo nuovissimo test molti casi irrisolti e archiviati potrebbero essere riaperti e i campioni prelevati ai tempi del delitto un'altra volta analizzati con il nuovo metodo. Il test, appena creato, e' stato messo a punto da genetisti Usa ed e' stato presentato sulla rivista PLoS Genetics.

FONTE: ansa.it

Miss Muretto: sono 24 le bellissime finaliste

Domenica ad Alassio la proclamazione della vincitrice

Alla 55ª edizione dello storico concorso si sono iscritte in 7 mila. Ma solo 24 ragazze (e due riserve) sono riuscite a raggiungere Alassio come finaliste. Le Miss Muretto aspiranti alla fascia 2008, reduci dalle selezioni in tutta Italia e dalle semifinali di Sestriere, sono ormai da qualche giorno protagoniste nella Baia del sole. Tra sfilate di prova, servizi fotografici in spiaggia e qualche incursione in centro, martedì e ieri le 24 miss si sono anche improvvisate vigilesse per poi «dirigere» (e bloccare) il traffico nel centro di Alassio «armate» di palette, fischietti, berretti d’ordinanza e pistole ad acqua. Aspettando il galà con la proclamazione della vincitrice, in programma domenica in piazza Partigiani (alle 21), gli organizzatori del concorso scoprono ogni giorno una carta in più del cast della finalissima. Al conduttore (il comico Beppe Braida) e alla presidentessa di giuria al femminile (la ballerina-presentatrice Rossella Brescia), si aggiungono due rappresentanti del rugby internazionale: Mirco e Mauro Bergamasco. Stasera intanto, al Village delle Miss, allestito nei giardini del Comune, le finaliste si trasformeranno in giudici per valutare un gruppo di ragazze, che sfileranno con una collezione di monili Antica Murrina. La ditta veneziana ha creato tre gioielli per la finalissima di Miss Muretto e una scarpetta in vetro che calzerà colei che vincerà appunto la fascia di Miss Antica Murrina. Scorrendo l’elenco delle finaliste di Miss Muretto, alle quali è stato inoltre chiesto di presentare una proposta di legge, si incontrano due liguri. La prima è Astrid Herrera, 17 anni, di Genova, vincitrice della selezione che si è tenuta a fine luglio al ristorante «Da Claudio» di Bergeggi. Astrid ama il canto e il ballo. La sua proposta di legge? «Rendere obbligatoria la raccolta differenziata». E’ invece di Arma di Taggia, in provincia di Imperia, Fabiola Godani, 16 anni, che vorrebbe «ridurre il numero dei lavoratori precari» e istituire «bonus e detrazioni fiscali per quelli a tempo determinato». Pur essendo di Trezzano sul Naviglio (Mi), un’altra aspirante miss è in qualche modo legata alla Liguria. Si tratta di Federica Petri, 16 anni, eletta Miss Muretto Liguria alla finale regionale del concorso che si è tenuta a Castelbianco il 16 agosto. Canto e lettura sono le sue passioni. Federica obbligherebbe «gli enti pubblici a installare pannelli solari nelle nuove costruzioni».

(Nella foto in alto è raffigurata la bellissima Serena Lorenzini, 19 anni di Biella, Miss Muretto 2007)

FONTE: Massimo Boero (lastampa.it)

Alessandra Sensini: sensualità e bravura sulla tavola da windsurf….


Vi presentiamo la famosa campionessa italiana, numero uno della sua specialità

Ebbene sì, in questo mio Blog personale, voglio farVi conoscere più da vicino Alessandra Sensini, una vera e propria fuoriclasse nella difficile specialità del windsurf, con cui ha collezionato numerosi titoli a livello mondiale. Incontrarla non è stato facile, dal momento che Alessandra è impegnata, soprattutto in questo periodo, nella preparazione fisico atletica in vista dell’importantissimo appuntamento con le Olimpiadi di Pechino, che si svolgeranno proprio quest’anno. La nostra campionessa è una di quelle persone molto spigliate e spontanee, con un carattere socievole ma allo stesso tempo determinato. Occhi azzurrissimi e capelli castani, Alessandra Sensini appare in splendida forma, pronta ad affrontare i prossimi impegnativi appuntamenti sportivi, ed inoltre sprizza vitalità “da tutti i pori”, nonostante i suoi venti anni di carriera trascorsi a solcare i mari di tutto il pianeta sulla sua magica tavola da windsurf. Ed il mare rappresenta per lei un elemento fondamentale, al quale è attaccata fin da bambina, del resto è nata sotto il segno dell’acquario, quasi a voler già indicare quale sarebbe stato il suo destino. Alessandra Sensini è un’atleta veramente impareggiabile, che vanta decine e decine di titoli vinti superando la concorrenza di agguerrite “windsurfiste” provenienti da tutto il mondo, l’ultimo dei quali recentissimo, infatti risale al 19 gennaio scorso, quando la splendida Alessandra ha vinto il suo ennesimo mondiale, battendo tutte le avversarie e superando difficoltà climatiche proibitive. Abbiamo deciso di sottoporle alcune domande in questa intervista veramente esclusiva che ci ha concesso con la sua solita gentilezza…….

Che sensazioni hai provato trovandoti di nuovo al primo posto nel campionato mondiale?

“Vincere è sempre la cosa più importante per qualsiasi atleta e ad Auckland ho provato delle sensazioni bellissime. Ho conquistato il titolo mondiale dopo un campionato difficile perché disputato in tutte le condizioni di vento e di onda, quindi è stato importantissimo arrivare al primo posto, poiché il significato tecnico è notevole, soprattutto a pochi mesi dalle Olimpiadi. Sono proprio felicissima, anche perché è la terza volta che mi capita di vincere il titolo mondiale nello stesso anno in cui si disputano i Giochi olimpici, era successo già nel 2000 prima di Sydney e nel 2004 prima di Atene...” dice una raggiante Sensini, che aggiunge: “Quest'ultima vittoria mi rha reso consapevole che stiamo facendo un ottimo lavoro e siamo sulla strada giusta per raggiungere il top della preparazione in vista dell’Olimpiade, anche se c’é ancora tanto lavoro da fare”.

Quale dei successi che hai conseguito ti ha regalato la maggiore soddisfazione?

“Sarò sicuramente scontata se dico che senz’altro la medaglia d’oro vinta alle scorse Olimpiadi di Sidney, è stato per me il successo più importante perché scaturito dopo un lungo ed estenuante lavoro. Comunque il caloroso affetto ricevuto dai tifosi italiani mi ha ampiamente ripagato di tutti i sacrifici che ho fatto. Anche l’ultimo mondiale disputato recentemente è stato fondamentale per la mia carriera sportiva, venivo da un lungo periodo di stop durato circa un anno, che mi sono concessa dopo venti anni di ininterrotta attività sportiva. Devo ringraziare particolarmente chi mi ha seguito in questi ultimi tempi, in primis la Provincia di Grosseto, valida rappresentante della maremma toscana, e la Federazione Italiana Vela”.

L’appuntamento olimpico di Pechino è alquanto vicino, quali saranno le avversarie più temibili ed in che modo ti stai preparando per affrontare questa ennesima sfida?

“Sto seguendo un fittissimo programma di allenamenti che riguardano anche la preparazione atletica in palestra, in modo tale da presentarmi al top della forma in occasione delle gare olimpiche. Per quanto riguarda le avversarie sicuramente saranno favorite le cinesi perché giocano in casa, poi sono molto forti le inglesi, francesi, neozelandesi e spagnole, poiché vengono da una antica tradizione nella specialità del windsurf, comunque non bisognerà sottovalutare eventuali outsiders”.

La passione per lo sport da te praticato in che modo è iniziata?

“Ricordo che avevo 15 anni quando per la prima volta mi sono trovata sotto i piedi la fatidica tavola, da quel momento è stato un vero e proprio “amore a prima vista”, ed ho abbandonato gli altri sport che praticavo, soprattutto atletica e basket. L’inizio è stato davvero promettente perché vinsi subito il Campionato Italiano Juniores a Porto Sant’Elpidio nel 1986”.

Oltre a praticare sport, quali altri interessi coltivi nella tua vita?

“Lo sport per me è davvero fondamentale ed occupa gran parte della mia vita, comunque posso dire che nel tempo libero adoro moltissimo stare a casa, per risposarmi e magari ascoltare musica, oppure leggere un buon libro e vedere qualche film. Mi piace anche stare in compagnia dei miei amici, e trascorrere con loro serate sempre diverse”.

Qual’ è il segreto per diventare un ottimo windsurfer?

“Per prima cosa è molto importante avere una certa dimestichezza con il mare, eliminando qualsiasi tipo di paura; logicamente è indispensabile conoscere i venti e sapersi destreggiare sulla tavola mantenendosi in equilibrio, anche se queste sono doti che solamente con il tempo e l’esperienza si possono conseguire. Per curare quest’ultimo aspetto bisogna allenarsi con regate effettuate in località sempre diverse, per aumentare vertiginosamente anche la capacità di adattamento. La preparazione atletica inoltre va integrata con ginnastica in palestra ed altri sport complementari come la bicicletta”.

Carta d’identità

NOME: Alessandra

COGNOME: Sensini

LUOGO E DATA DI NASCITA: Grosseto, 26/1/1970

SEGNO ZODIACALE: Acquario

CAPELLI: Castani

OCCHI: Azzurri

ALTEZZA: 167 cm

PESO: 57 Kg

HOBBY: la mia casa

CIBO PREFERITO: pasta (in tutti i modi)

VINI: rosso… anche con il pesce!

MUSICISTA PREFERITO: Robbie Williams e Ligabue

Il suo Palmares

OLIMPIADI

2004 3° Atene BRONZO mistral

2000 1° Sidney ORO Mistral

1996 3° Atlanta BRONZO Mistral

CAMPIONATI EUROPEI

2003 1° Palermo Mistral

2002 1° Neusiedlsee (Austria) Mistral

2001 1° Marsiglia Mistral

2000 1° Cadice (Spagna) Mistral

1993 3° Puck (Polonia) Mistral

1998 2° Grecia Mistral

1997 1° Spagna Mistral

1988 2° Svizzera mistral

CAMPIONATI DEL MONDO

2008 1° Auckland Mistral

2004 1° Turchia Mistral

2002 2° Thailand Mistral

2002 1° Marsiglia ISAF Sailing

Games Formula Windsurfing (Francia)

2000 1° Mar del Plata (Arg) Mistral

1997 2° Perth (Aus) Mistral

1995 2° Coppa del Mondo

Professionisti Racing

1995 3° Coppa del Mondo

Professionisti Overall

1995 3° Cape Town (Sud Africa)

Funboard

1994 1° Coppa del Mondo

Professionisti Racing

1990 1° Curacao (Antille Olandesi)

1990 1° Olanda Femminili Assoluti

1989 1° Texas (USA) Mistral

1988 1° Palermo (Italia) Squadre Mistral

1988 2° Brasile individuale Femminili Mistral

di Alessandro Nanni