lunedì 1 settembre 2008

Dottor Google: da internet una guida pratica per il nostro benessere

Google e Microsoft hanno messo online un pacchetto di servizi per la nostra salute che apre scenari di interesse notevole

Microsoft Healthvault (www.healthvault.com) e Google Health (www.google.com/health) sono operativi a tutti gli effetti. Tra gli strumenti più innovativi e discussi la cartella clinica personale, cioè tutta la nostra storia di pazienti, comprensiva di esami, allergie, vaccinazioni, interventi chirurgici, esiti radiografici e di laboratorio, farmaci assunti e quant’altro oggi è disseminato tra ospedali, medici di famiglia, specialisti e laboratori diagnostici. Il vantaggio? Avere a portata di mouse tutto ciò che può servirci quando consultiamo uno specialista o quando siamo in viaggio. E poterlo fornire a chi prende in carico la nostra salute, semplicemente autorizzandolo ad accedere alla nostra cartella. «Ora è possibile registrarsi gratuitamente a Google Health o Microsoft Healthvault e inserire direttamente i propri dati sanitari, che possono anche essere automaticamente importati dai sistemi informatici di ospedali, laboratori e farmacie che hanno stretto una collaborazione con Google o Microsoft », spiega Eugenio Santoro, responsabile del Laboratorio di Informatica Medica dell’Istituto Mario Negri di Milano, autore di numerosi articoli sull’argomento. Questo vale per gli Stati Uniti, dove Google ha sperimentato il suo sistema per due mesi con la Cleveland Clinic, uno dei maggiori ospedali statunitensi, e Microsoft ha fatto un accordo con la prestigiosa Mayo Clinic. Ma anche con società scientifiche, reti di farmacie e aziende che producono dispositivi sanitari. L’accordo implica che cliniche e laboratori possano trasferire, sempre su autorizzazione del paziente, i dati ufficiali in loro possesso (prescrizioni, risultati di esami o indagini), nella cartella clinica personale. Possibilità offerta anche in Italia dai portali MyOpenCare (www.myopencare.com) e SalusBank (http://it.salusbank.com). Aggiunge Santoro, autore, per il Pensiero Scientifico Editore, del saggio 'WEB 2.0 in sanità' (in libreria in autunno): «Il sistema permette ai pazienti di accedere a link e approfondimenti sulla patologia di cui soffrono, cercare un medico per specialità, ospedale o area geografica, aggiungere automaticamente dati esterni (per esempio di un laboratorio di analisi) e persino avere un altro parere». Il portale della salute sostituisce dunque anche il motore di ricerca generico. I contenuti sono curati da società specializzate con la supervisione dei partner che garantiscono la credibilità dell’operazione (Mayo Clinic e Cleveland Clinic). E ancora: il sistema avvisa se un farmaco prescritto è incompatibile con altri che si stanno assumendo, ricorda via sms le visite mediche programmate o gli orari in cui assumere i farmaci. L’interesse di Microsoft e Google per l’informatizzazione sanitaria nasce da una considerazione ormai avallata da numerose indagini: il 60 per cento dei navigatori usa i motori di ricerca per avere informazioni mediche.

FONTE: agoranews.it

Multa per il passaggio con il semaforo rosso? Annullabile con testimoni

La parola di un vigile urbano che fa una multa per 'passaggio con semaforo rosso' può essere messa in discussione fino ad annullare il verbale davanti al giudice di pace, prima ancora di arrivare alla querela per falso. Questo quando ci sono dei testimoni che dimostrano un'errata valutazione dei fatti "non trattandosi di una realtà statica ma di un corpo-oggetto in movimento" suscettibile di diverse ricostruzioni. Lo stabilisce la Cassazione nella sentenza n.21816. Il caso riguarda una signora di Roma, Isabella V. che si è vista recapitare a casa una multa per essere passata col rosso. Il giudice di pace aveva rigettato la sua contestazione, con testimonianze a suo favore, basandosi come da procedura "sull'efficacia fino a querela di falso del verbale di contravvenzione". La veridicità dei fatti, però, secondo i giudici della Seconda Sezione Civile della Cassazione, "poteva essere inficiata da un eventuale errore nella percezione della realtà" e quindi il ricorso di Isabella è stato accolto e la sentenza cassata con rinvio. Secondo gli ermellini, infatti, l'efficacia fino a querela di falso "non sussiste quando, le circostanze, in ragione della loro modalità di accadimento repentino non si siano potute verificare e controllare secondo un metro sufficientemente obiettivo ed abbiamo pertanto potuto dare luogo ad una percezione sensoriale implicante margini di apprezzamento". In questo caso "quanto attestato dal pubblico ufficiale concerne non la percezione di una realtà statica (come la descrizione dello stato dei luoghi senza oggetti in movimento) bensì l'indicazione di un corpo o un oggetto in movimento". Si devono compiere i "necessari accertamenti", quindi, ed il giudice di pace ha sbagliato proprio perché "non ammettendo la prova testimoniale" non ha tenuto conto che i testimoni potessero fornire una versione diversa dei fatti.

FONTE: ansa.it

Buco ozono chiuso nel 2070

400 scienziati ed esperti da tutto il mondo riuniti a Bologna per confrontarsi riguardo gli studi sulla stratosfera

Dal 31 agosto al 5 settembre appuntamento con la scienza, presso l'area della ricerca del CNR di Bologna, dove è in corso di svolgimento il quarto Simposio internazionale Sparc (Stratospheric Processes and their Role in Climate), progetto internazionale del Wcrp (World Climate Research Programme). Sono attesi oltre 400 scienziati ed esperti provenienti da tutto il mondo che si confronteranno sui risultati ottenuti dopo oltre dieci anni di studi condotti sulla stratosfera. Che cosa è la stratosfera? La stratosfera, compresa tra i 12 Km e i 60 Km di altitudine, è il secondo dei cinque strati in cui l'atmosfera terrestra si divide. A differenza degli altri strati la sua temperatura più alta si registra nelle zone a quota maggiore. Grazie a modelli matematici precisi e campagne di misurazione accurate si è giunti a prevedere che nel giro dei prossimi 50-60 anni il buco dell'ozono potrebbe chiudersi. Che cosa è il buco dell'ozono? Il buco dell'ozono è una riduzione dello strato di ozono, presente nella stratosfera, che avviene ciclicamente nelle zone polari, maggiormente al Polo Sud. L'ozono è un gas che scherma le radiazioni ultraviolette (raggi UV) provenienti dal sole. L'esposizione ai raggi UV può provocare melanomi della pelle oltre che effetti negativi sul clima terrestre. Dalla fine degli anni '70 ad oggi si è registrato un assottigliamento sempre maggiore provocato dagli inquinanti rilasciati in atmosfera. Gli studi condotti in questi anni, sui processi fisici, chimici e dinamici del buco dell'ozono, ha aperto nuovi scenari su questioni come previsioni meteorologiche su scala stagionale e previsioni climatiche. L'analisi dei gas serra, presenti nell'atmosfera, servirà a prevedere le variazioni climatiche determinanti gli equlibri del clima terrestre. Infatti la scoperta di grossi sistemi nuvolosi, che spingendosi fino a 16 Km di altitudine trasportano materiale inquinante, fornirà molte risposte sulla composizione atmosferica.

FONTE: agoranews.it

Scuola: la prima campanella suonerà in Lombardia

La prima campanella squillerà in Lombardia tra poco più di una settimana, l'8 settembre; l'ultima in Sicilia, il 17 settembre. E gli alunni lombardi saranno proprio i più "secchioni", visto che per loro l'anno scolastico sarà il più lungo, terminando il 16 giugno 2009 - unica regione italiana - contro il 6 giugno di Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna. A rispondere all'appello saranno quasi 9 milioni di alunni italiani, divisi in poco meno di 8 milioni nelle scuole statali e circa un milione nelle istituzioni scolastiche non statali; gli stranieri dovrebbero essere poco più di 600 mila. Le stime - in attesa delle cifre esatte, che al momento non sono disponibili - sono approssimative e si rifanno a quelle dello scorso anno: come spiega lo stesso sito del Ministero dell'istruzione, infatti, ogni anno la popolazione scolastica subisce un ricambio di circa mezzo milione di alunni che entrano nelle scuole e di circa altrettanti che ne escono, mantenendo sostanzialmente quasi invariata la sua dimensione complessiva. Altre cifre relative allo scorso anno scolastico (2007-2008): oltre 42 mila punti di erogazione del servizio (comprensivi delle istituzioni carcerarie), complessivamente più di un milione e 100 mila unità operative direttamente coinvolte (docenti, dirigenti, amministrativi, personale di servizio). E non va trascurato il fatto che, oltre a questo personale, interamente statale, presta servizio in supporto delle attività scolastiche un numero considerevole di altri operatori alle dipendenze di Enti locali.

IL CALENDARIO DI QUEST'ANNO REGIONE PER REGIONE

ABRUZZO - Dal 15 settembre 2008 al 6 giugno 2009
BASILICATA - Dal 15 settembre al 10 giugno
CALABRIA - Dal 15 settembre al 6 giugno
CAMPANIA - Dal 15 settembre al 12 giugno
EMILIA ROMAGNA - Dal 15 settembre al 6 giugno
FRIULI VENEZIA GIULIA - Dal 15 settembre al 10 giugno
LAZIO - Dal 15 settembre (16 per le secondarie di II grado) al 12 giugno
LIGURIA - Dal 15 settembre al 13 giugno
LOMBARDIA - Dall'8 settembre al 16 giugno
MARCHE - Dal 15 settembre al 10 giugno
MOLISE - Dal 15 settembre all'11 giugno
PIEMONTE - Dal 15 settembre all'11 giugno
PUGLIA - Dal 15 settembre al 10 giugno
SARDEGNA - Dal 15 settembre al 10 giugno
SICILIA - Dal 17 settembre al 12 giugno
TOSCANA - Dal 15 settembre al 13 giugno
UMBRIA - Dal 15 settembre al 10 giugno
VENETO - Dal 15 settembre al 9 giugno
VALLE D'AOSTA - Dal 15 settembre al 12 giugno
PROVINCIA DI BOLZANO - Dal 10 settembre al 13 giugno
PROVINCIA DI TRENTO - Dal 15 settembre (primo settembre per le scuole dell'infanzia) al 9 giugno.

FONTE: ansa.it

Miss Muretto, la reginetta è Virginia Cei

E' una sedicenne toscana la vincitrice della 55ma edizione della manifestazione che si tiene ad Alassio

E’ Virginia Cei, 16 anni, di Cascina, in provincia di Pisa, hobby il volontariato la Miss Muretto numero 55. Ha lasciato alle spalle Federica Fantaci, 18 anni, palermitana. A deciderlo la giuria, rigorosamente in rosa, presieduta da Rossella Brescia e formata da Sarah Maestri, Nora Amile, Selvaggia Lucarelli, Aida Yespica, Azzurra Della Penna e, a sorpresa, la campionessa olimpica dello judo Giulia Quintavalle. E’ stata, se vogliamo, l’edizione dello sport. Oltre alla medaglia d’oro Quintavalle, infatti, il parterre ha visto i fratelli Mirco e Mauro Bergamasco, campioni del rugby nazionale e un’altra coppia di fratelli, alassini, i velisti Sibello reduci da Pechino. Beppe Braida, protagonista sul palco in veste di presentatore, non ha rinunciato alle sue battute e le sue gag. Una su tutte: «Stasera ho battuto un record, ho preso ventiquattro denunce per molestie sessuali», un ovvio riferimento al numero delle concorrenti sul palco. Lo spettacolo ha visto le incursioni delle «finte Jene» Gigi&Ross e la musica con Marco Carta e Roberta Bonanno, i trionfatori di «Amici». Come si conviene a Miss Muretto non sono mancate le polemiche. La prima: piazza Partigiani è troppo piccola per accogliere il pubblico delle grandi occasioni, 80 posti a sedere (o una manciata in più) non bastano ad accogliere chi vuole seguire la serata (anche perchè tra sponsor, ospiti e autorità le sedie sono belle che andate). La seconda la giuria dei giornalisti che ha restituito le schede perchè i giurati non potevano vedere le ragazze che avrebbero dovuto votare.

FONTE: lastampa.it

Medicina: l'esperto è consultabile su you tube

La Società Europea di Cardiologia fa prevenzione direttamente sul Web

La Società Europea di Cardiologia, prestigiosa organizzazione scientifica internazionale, sceglie ora you tube per spiegare ai giovani come prevenire le malattie del cuore. Il primo video pubblicato sul famosissimo portale, insegna come controllare il numero dei battiti cardiaci. 'Abbiamo scelto questo contenitore - spiega Roberto Ferrari, il cardiologo italiano che ha assunto la presidenza dell'Esc - per raggiungere i giovani: é di fondamentale importanza che imparino le semplici regole per misurarsi correttamente la frequenza cardiaca a riposo e le insegnino ai loro genitori'. Questa semplice misura preventiva potrebbe contribuire a prevenire le patologie cardiache.

FONTE: ansa.it