lunedì 8 settembre 2008

Lanciato il satellite GeoEye-1

E' iniziata nel migliore dei modi una nuova missione della National Geospatial-Intelligence Agency (NGA)

Sotto gli occhi attenti ed entusasti di Sergey Brin e Larry PageIl, co-fondatori di Google, il satellite di "casa" GeoEye-1 è partito e si trova in orbita. «Stando ai dati di cui siamo in possesso- si legge in un comunicato di GeoEye - il satellite si sta comportando bene ed è pronto ad iniziare la prossima fase, per perseguire gli obiettivi della sua missione». Subito dopo l'inizializzazione, partirà, infatti, un processo di calibrazione e un check-out, prima che l'arsenale di immagini raccolte possa essere disponibile per gli utenti. Matthew O Connell, direttore esecutivo di GeoEye, ha spiegato che la fornitura di immagini ad alta risoluzione, come già anticipato, inizierà in autunno inoltrato. L'elevata qualità delle riprese effettuate dal satellite Ikonos sarà ampiamente superata dal nuovo GeoEye-1, la sfida è quella di fronteggiare la domanda mondiale di turismo da scrivania: «Questo lancio e i nostri eccellenti rapporti con la National Geospatial-Intelligence Agency (NGA) , dimostrano come le relazioni tra pubblico e privato possano essere efficaci e produttive per la scansione di vaste aree del pianeta. E tutti i nostri clienti avranno assicurato l'accesso ininterrotto e un servizio di assistenza di prim'ordine», ha aggiunto O Connell. Il satellite appena lanciato è parte del programma NextView di NGA, concepito per assicurare che quest'ultima disponga di librerie di immagini per fornire tempestiva, sostanziale ed accurata attività di intelligence geospaziale a supporto della sicurezza nazionale statunitense. Il contratto, un'operazione da 500 milioni di dollari, è stato siglato a settembre 2004 e si è mantenuto perfettamente in linea con le previsioni di spesa, sino al momento del lancio.

FONTE: ilsole24ore.it

Mtv Music Awards: Britney Spears torna regina

La famosa cantante si aggiudica tre premi nella serata dedicata alla musica

Con un ritorno a sorpresa, Britney Spears - la reginetta del pop la cui vita privata negli ultimi mesi aveva eclissato le performance artistiche - é tornata protagonista della scena discografica.

La 26enne cantante statunitense ha trionfato al gala dei premi della rete tv Mtv, dedicati ai migliori video musicali dell' anno e ha conquistato tutti e tre i premi a cui aspirava: con il suo "Piece of Me", é stata premiata per il miglior video musicale, miglior video femminile, miglior video pop.

A Chris Brown, Linkin Park, Lil Wayne, Pussycat Dolls e Tokyo Hotel gli altri premi. Questa la lista dei premiati con gli MTV Video Music Awards 2008:
- Video dell' anno: Britney Spears, "Piece of Me."
- video donna: Britney Spears, "Piece of Me."
- video uomo: Chris Brown, "With You."
- video rock: Linkin Park, "Shadow of the Day."
- video Hip-hop: Lil Wayne, "Lollipop."
- video Pop: Britney Spears, "Piece of Me."
- dancing in a video: The Pussycat Dolls, "When I Grow Up."
- Nuovo artista: Tokio Hotel

FONTE: lastampa.it

USA, salvati i colossi dei mutui

Le borse europee festeggiano con fragorosi rialzi

Borse europee in rialzo dopo il salvataggio annunciato dei due colossi dei mutui americani Fannie Mae e Freddi Mac. La speranza che con il piano del Tesoro statunitense si vada verso la soluzione della crisi nata con i subprime ha fatto ripartire con grande forza tutte le Borse europee. In apertura di seduta le crescite superano quasi ovunque i tre punti percentuali, con Parigi e Stoccolma che segnano rialzi oltre il 4%. Apertura di seduta in nettissimo rialzo per Piazza Affari: l'indice Mibtel guadagna il 3,12% a 21.903 punti, lo S&P/Mib il 3,51% a quota 28.534.

Settore banche. Sono le banche con tutto il settore finanziario a trainare il boom di avvio di seduta: Hbos cresce del 12,52%, Barclays del 12,21%, Ubs del 10,36%, Credit Agricole del 9,87%, Societe generale del 9,15%. Rialzi molto sostenti anche per Credit Suisse e Bnp, in aumento rispettivamente dell'8,42% e del 7,63%. La prima grande banca italiana per incremento in Borsa è Unicredit, che cresce del 6,23%.

Borse asiatiche. Dopo giornate nerissime, la settimana sui listini asiatici e del Pacifico si è aperta in un clima di euforia, con acquisti diffusi: Tokio ha chiuso in crescita di oltre tre punti, Sidney, Bombay e Singapore ondeggiano attorno a un guadagno di quattro punti percentuali, Taiwan in una sola seduta ha recuperato oltre il 5,5%.

FONTE: ilmessaggero.it

Droga: la sua diffusione corre su internet

Si moltiplicano i siti web dedicati agli stupefacenti. Consigli per comprarli, consumarli e produrli

Kirit: «Ho 20 anni. Ho iniziato a fumare canne a 16. Due anni fa ho provato il primo e unico acido (da rifare). L’anno scorso ho provato speed, ketamina e oppio. Ora fumo solo». Ale, 25 anni: «A 18 coca, a 19 paste, speed, keta, mdma, a 20 canne. Quando smetto te lo dico». Hcsensation, 20 anni, «A 18, eroina fumata, a 19 e 20, ero e coca fumate e pippate, mdma, speed, oppio, ketamina, lsd, eroina in vena. Ci sono sempre più sotto altro che smettere». Storie di ordinario sconvolgimento, affidate a internet. Un’indagine Eurobarometro ha rivelato che i giovani europei, quando cercano informazioni sugli stupefacenti, accendono il computer e si mettono a navigare. In siti da leggere, ma anche da scrivere. Per chiedere, raccontare, discutere, cercare aiuto. E per scambiarsi consigli e ricette. In siti specializzati o in gruppi di discussione, come il forum di Girlpower, dove confrontarsi tra pari, senza mediatori professionali. C’è chi ha iniziato a 12 anni con la trielina e poi le ha passate tutte, chi a 18 con la cocaina e il primo spinello l’ha acceso a 20, dopo aver «sperimentato» amfetamina e mdma. Per tutti o quasi la prima sostanza è l’alcol, ne abusano ben prima dei 15 anni. Le pasticche si ingoiano un po’ dopo. A 17 siamo già in zona eroina e cocaina. Non sembrano esserci strade obbligate. La scelta delle sostanze dipende dai luoghi frequentati, dalle preferenze personali, dalle abitudini del gruppo. Gp, 17 anni e una discreta esperienza, iniziata a 12 con una sbronza, da un anno fumatore di eroina (la bruciano sulla stagnola e ne inalano i fumi) e sniffatore di cocaina: «Ora come ora le cose vanno bene. Anche se resta la paura di perdere il controllo». P4oloz: «Lo perderai, stanne certo. Adesso sembra rose e fiori, poi pagherai tutto con gli interessi. Ti auguro il meglio». L’alcol non è l’unica droga legale che ricorre. Si chiede Incantevole: «L’abuso di psicofarmaci può essere considerata una dipendenza? Io non ho mai usato droghe ma abuso di sonniferi, benzodiazepine, antidepressivi». Sembra tutto sottomano. Crazy, 22 anni: «Quelli con cui ho iniziato li ho conosciuti a scuola, medie e liceo. Tutte le persone che frequento si fanno, in un modo o nell’altro». Candy replica: «A scuola mia nessuno si fa le canne in bagno, e raramente fumano in cortile, figurati il resto». Meg rincara: «Ne ho a valanghe in classe, frequento il liceo classico, non è questione di ambiente protetto, gira ovunque, a scuola, nella mia parrocchia, i primi a propormi qualcosa sono stati i compagni di scout, vedi tu». Si racconta chi comincia: per noia, divertimento, timidezza, depressione; chi continua e vuole provare sempre cose nuove (e magari «l'mdma non riesco più a trovarla» mentre «la piazza è piena di coca e ero»). Ma anche chi ha smesso, come Vincent99, anche se «il desiderio di un'ultima volta è ancora forte». Nel gruppo, per quanto virtuale, si fa forza. E mette l’esperienza a disposizione. Jox81: «Nell’eroina era facile caderci negli Anni ‘80 quando non si sapevano i rischi, ora il 99% della gente considera la roba una merda». FreeTibet dissente: «Questa percezione ce l’ha chi ricorda gli schioppini ad ogni angolo a farsi le pere, chi ha ora 16 anni che vuoi che si ricordi?». Vincent99 sentenzia: «Oggi vanno fortissimo le stagnole, un metodo di consumo che si crede erroneamente più sano. La perdita della memoria storica è gravissima, è la causa di questo grande revival dell’eroina». Nella discussione ospitata da Google groups la curiosità spinge oltre. Don Mimmo: «Come si prepara l’amanita muscaria? C’è chi dice leggera bollitura. Chi aggiunge del limone. Chi dice di bollirla per almeno mezzora. Chi la mangia cruda. Qualcuno sa dare indicazioni?». ElTigno: «Fresca l’amanita ha soprattutto acido ibotenico, se la fai seccare dovrebbe trasformarsi in muscimolo, che è il principale ingrediente allucinogeno, e dovresti perdere gran parte degli effetti collaterali», seguono altri otto post di oscuri consigli chimico-culinari. È un linguaggio da iniziati. Chi cerca strumenti per l’autoproduzione generalmente va nei siti specializzati, anche stranieri, molto consultato Erowid.org, in inglese. Il suo equivalente italiano, Psicoattivo.it, è stato chiuso oltre un anno fa dall’autorità giudiziaria, con l’accusa di non fare informazione ma promozione. Quella di Google è forse la piazza più vecchia, già nel 1998 si parlava di cocaina e eroina in rialzo, nei messaggi si rispecchia la cronaca. «L’mdma è letale? Non uccide solo chi è predisposto?», a Venezia, lo scorso 23 luglio, è morta una ragazzina di 16 anni. «Quello che descrivono i medici è un quadro di insufficienza multiorgano provocata da una coagulazione intravascolare disseminata», MacBook argomenta con una certa competenza. MrKite testimonia: «Io c’ero a quel party al Lido. Un tizio aveva venduto 50 buste di mdma in cristalli quella sera. Quando me l’ha detto non erano neanche le 7 e alla festa ci saranno state 500/1000 persone. Bastava una rapida occhiata, non serviva essere un farmacologo per rendersi conto di quanta mdma era stata sparpagliata in giro».

FONTE: lastampa.it