giovedì 2 ottobre 2008

Auto, riflettori accesi sul salone di Parigi

Debutta la nuova Ford Ka

Conto alla rovescia a Parigi per l'apertura dell'edizione 2008 del 'Mondial de l'Automobile', importate appuntamento a cadenza biennale. La kermesse esporrà 90 anteprime mondiali,molte delle quali,soprattutto francesi, utilizzano sistemi di propulsione alternativi. I primi a poterle ammirare saranno i giornalisti nelle due giornate (2 e 3/10) dedicate alla stampa,mentre dal 4 al 19 l'esposizione aprirà al pubblico. Il salone si apre in un clima di mercato negativo per la prima volta dal 2001, un calo delle vendite mondiali di auto dell'1,1% ed i costruttori francesi sono tra i più colpiti dalla crisi in Europa. Nelle due giornate dedicate alla stampa internazionale i principali protagonisti del settore lanceranno i loro piani di riscossa, oltre 90 anteprime mondiali che puntano soprattutto sulle citycar ed i prototipi ecologici, due settori altamente gettonati in tempi di caro carburanti, norme sulle emissioni sempre più stringenti e assottigliamento dei portafogli. Sul fronte delle eco-car, i padroni di casa francesi propongono un ventaglio di concept molto ricco, dalla aerodinamica Ondelios della Renault, alle ibride Peugeot Prologue ed Rc e Citroen Hypnos, mentre la Fiat esordirà con il logo PUR-02 che identificherà un gruppo ristretto e selezionato di versioni al vertice della gamma per contenuti tecnologici e basse emissioni. Parigi segnerà il debutto anche della nuova edizione della ibrida Insight, con cui l'Honda ha deciso di sfidare la Toyota Prius, e della elettrica Chevrolet Volt della General Motors. Sul fronte delle citycar, invece, gli esordi più attesi sono quelli della nuova generazione di Ford Ka, sorella della Fiat 500 con cui condivide la piattaforma nello stabilimento polacco di Tychy, e della versione definitiva della Toyota iQ, la più piccola quattro posti al mondo che si pone in concorrenza della Smart del gruppo Mercedes. La Fiat risponde nel segmento A con l'anteprima mondiale del kit 'esseessè per la 500 Abarth e con la 500 Diesel, in collaborazione con il noto marchio della moda. In attesa di altre importanti novità che arriveranno prossimamente, la 'piccolina di casa Fiat fin dal suo esordio nel 2007 non ha mai perso il suo smalto nonostante la flessione del mercato e, secondo una recente analisi di Global Insight, è comunque destinata a giocare un ruolo importante, insieme al gruppo torinese, anche nei prossimi anni grazie al boom di vendite che interesserà in Europa le vetture di segmento A. Non a caso, secondo Global Insight, questo segmento è cresciuto nel primo semestre dell'anno in tutti i cinque principali mercati europei con percentuali che vanno dal +20,1% della Germania (a fronte di un mercato in rialzo nel semestre del 3,6%), al +32% della Gran Bretagna (-1,6% il mercato), al +6,7% dell'Italia (-11,6% il mercato), al +3,1% della Spagna (-17,6% il mercato) e al +39,7% della Francia (+4,4% il mercato). In particolare sul mercato francese, i marchi domestici Peugeot, Citroen e Renault, che sono i principali concorrenti della casa torinese nel segmento delle 'piccole, sono cresciuti nel primo semestre tra il 3 ed il 7%, mentre le vendite del brand Fiat sono schizzate del 49,9%. Ma non è solo il settore delle citycar ad essere immune dalla crisi dell'auto. Anche quello del lusso non dà cenni di debolezza. E su questo fronte l'Italia sfida i tedeschi con la presentazione mondiale della Ferrari California.

FONTE: ilsole24ore.it

Facebook: in 40 mila al primo raduno romano

Già sono più di quarantamila gli iscritti al primo raduno degli appassionati di Facebook. Il tanto atteso annuncio del primo happening romano è stata ufficialmente dato ieri: sarà l’11 ottobre, a partire dalle ore 22 nello Spazio Zero Village di viale Tor di Quinto (difronte al Gran Teatro). E sarà una festa. C’è tutta Roma - o quasi -, infatti, in Facebook. Ci sono i ragazzi del liceo che si tengono in contatto, si scambiano le foto, organizzano cene, invitano allo scherzo magari con test che misurano “quanto sei romano”. O con gruppi dal tema fantasioso del tipo “A Milano ce vai te e tre quarti della palazzina tua” o “Io odio i lucchetti di Ponte Milvio (2781 membri, per la cronaca)”. C’è anche il trentenne piacione, che magari fa il serio portavoce di un importante politico ma con Facebook tiene vivi anche i rapporti di amicizia e di rimorchio, ed esterna sugli ultimi libri da leggere. C’è la trentacinquenne in carriera momentaneamente single che tiene aggiornato il mondo delle sue amicizie sul suo stato sentimentale, come richiesto dalla galassia di Facebook, o il gruppo di quasi quarantenni che organizza la spedizione al ristorante etnico con i post rilasciati sulla bacheca virtuale. O il trentacinquenne ex scapolone che alla fine ha ceduto, si è sposato e usa Facebook per condividere con gli amici le foto del suo matrimonio. Senza la condanna di pesanti album cartacei o lunghe e noiose proiezione di diapositive. C’è tutta Roma dentro Facebook, il social network, la rete nella rete, nata originariamente per mantenere in contatto i ragazzi dei college americani o oggi divenuto una sorta ragnatela che consente di restare in contatto senza molestare come una telefonata o un sms che arriva nel momento opportuno. Di condividere foto e idee, di allargare la rete delle amicizie con una sorta di catena di Sant’Antonio che va a incrociare le conoscenze. Facebook - alla stessa stregua di MySpace - è anche uno strumento per i locali, le discoteche, le diverse feste per mantenersi in contatto con il proprio pubblico. «E a dirla tutta - racconta un giovane fotografo - un modo molto efficace per rimorchiare a Roma o per trovare qualcuno che ti ospita se vai all’estero». E poi ci sono i politici. Uno dei più assidui, ad esempio, è Giuseppe Lobefaro, ex presidente del I Municipio e oggi consigliere provinciale, che con invidiabile costanza tiene aggiornata la rete dei suoi amici con foto, idee, proposte. «E’ il modo più efficace per raggiungere più gente possibile, meglio dei comunicati stampa o dei manifesti, su questo non c’è dubbio», racconta Lobefaro, a rischio di definizione di “Obama de noantri”, visto che proprio il candidato alla presidenza Usa ha saputo sfruttare al meglio le opportunità del social network. Molto bravo ad usare Facebook come strumento per restare in contatto con gli elettori è anche il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che si avvicina a quota 1.700 amici. Ma spulciando nella rete romana di Facebook - per fare solo alcuni e del tutto casuali esempi - trovi scrittori-giornalisti come Luca Telese, registi come Ferzan Ozpetek, dirigenti pubblici come Chicco Testa. Insomma, sarà pur vero che a Roma con Facebook se rimorchia, ma ormai il social network ha una valenza molto più ampia e globale.

FONTE: ilmessaggero.it

Spazio: Swift cattura lampo gamma

Si tratta del piu' lontano mai osservato, 12, 8 mld anni luce
Il satellite Swift ha catturato il lampo gamma piu' lontano mai osservato. La potente esplosione e' avvenuta a 12,8 miliardi di anni luce. Aver potuto prendere queste immagini e' un altro record del satellite lanciato a novembre 2004 dalla Nasa con l'Agenzia Spaziale Italiana e il Pparc britannico. 'Il lampo e' avvenuto 825 mln di anni dopo il Big Bang, e riguarda la morte di una stella che si era formata quando l'universo era ancora giovanissimo', hanno spiegato gli scienziati.

FONTE: ansa.it