domenica 7 dicembre 2008

Casanova in fuga dall'Italia

Al top per le storie da una notte e via si piazzano i britannici e olandesi

Italia non più patria di latin lover. La Penisola si piazza all’undicesimo posto nella classifica delle performance sessuali maschili di 15 Paesi. La notizia arriva dal quotidiano britannico ’Times’, sulla base di uno studio condotto dalla Bradley University dell’Illinois, negli Usa e riportato da ’New Scientist’. A sorpresa, sono proprio i Paesi meridionali a collezionare il minore numero di rapporti sessuali casuali. Al top per le storie da una notte e via si piazzano i britannici. I maschi italiani non brillano, con un’undicesima posizione che il Times non esita a definire «monastica», «nonostante l’Italia sia stata la patria di Casanova, nato a Venezia, e di due celebri amanti, Giulietta e Romeo». Ma gli uomini del Belpaese si danno da fare comunque più degli altri mediterranei. La Spagna è tredicesima, la Grecia quattordicesima e il Portogallo quindicesimo. «Che cosa è accaduto ai latin lover? I Paesi dell’Europa meridionale stanno attraversando una crisi esistenziale?», si chiede provocatoriamente il Times. Agli ex-collezionisti di conquiste e avventure non resta che giocarsi la carta del romanticismo. Secondo lo studio condotto dalla Bradley University dell’Illinois, sono i britannici e non gli italiani o altri abitanti dell’Europa meridionale ad abbandonarsi con più nonchalance alle gioie del sesso casuale. Al secondo posto ci sono i tedeschi seguiti dagli olandesi, dai cechi, dagli australiani e dagli statunitensi. Le nazioni dove la promiscuità è alta, fa notare lo studioso, sono anche quelle in cui le donne si comportano sempre più come gli uomini. In Italia ancora non è così, in Gran Bretagna, invece, eccome. La verità, conclude quindi il Times, non è che «stiamo assistendo alla crisi del latin lover, piuttosto all’ascesa della donna inglese troppo disponibile. E che questo tipo di donna inglese esiste, gli uomini italiani lo sanno già da tempo».

FONTE: lastampa.it