domenica 28 dicembre 2008

Qualità della vita, vince Aosta. Caltanissetta fanalino di coda

L'indagine del quotidiano premia la provincia valdostana dopo il terzo posto conquistato l'anno scorso. La provincia siciliana all'estremo opposto. Grandi differenze di reddito e disoccupazione


È Aosta la provincia dove si vive meglio in Italia, mentre Caltanissetta si colloca all’estremo opposto. È quanto si evince dalle anticipazioni di "Qualità della vita 2008", l’indagine annuale del Sole 24 Ore sulla province italiane in cui si vive meglio, in edicola domani. La ricerca prende in considerazione sei macro-aree (Tenore di vita; Affari e lavoro; Servizi, ambiente e salute; Ordine pubblico; Popolazione; Tempo libero). Per ogni macro-area sono individuati sei indicatori specifici (per un totale, quindi, di 36 indicatori), quali - a esempio - il Pil pro capite, la disoccupazione; le infrastrutture; i reati denunciati; gli acquisti di libri; il numero di associazioni di volontariato rispetto alla popolazione. Secondo le prime anticipazioni, la provincia valdostana conquista quest’anno il primato, dopo la terza posizione raggiunta nell’edizione 2007, quando si era piazzata dietro Trento e Bolzano. In particolare, Aosta raggiunge il vertice della classifica 2008 grazie alle buone performance in gran parte delle aree che compongono l’indagine: Tempo libero (1 posto), Tenore di vita (5 posto), Popolazione (6) Affari e Lavoro (10 posto). Leggermente meno brillante il risultato nei settori Ordine pubblico (32esima posizione) e in quello riferito a Servizi, ambiente e salute (67). Sul versante opposto, Caltanissetta scende di sette gradini rispetto all’edizione 2007 passando dalla 96sima alla 103esima di quest’anno. La provincia siciliana sconta piazzamenti nella parte bassa (o bassissima) della graduatoria in tutti i settori. In particolare, Caltanissetta consegue il 70esimo posto nell’Ordine pubblico; il 79esimo nel Tenore di vita; l’88esimo in Servizi, ambiente e salute; il 100esimo in Affari e lavoro; il 102esimo sia nella Popolazione sia nel Tempo Libero. Non solo, ma ad Aosta il Pil medio pro capite è di oltre 34mila euro, a Caltanissetta non arriva alla metà (16mila euro); il tasso di disoccupazione è del 3,2% ad Aosta e si avvicina al 16% nella provincia siciliana.




FONTE: quotidiano.net