domenica 11 gennaio 2009

Il Viagra fa bene all'amore e al cuore "Previene gli scompensi cardiaci"

Pubblicato uno studio sui topi da cui si evince che la pillola blu usata nel mondo da 35 milioni di pazienti esalta gli effetti di una proteina in grado di difendere il cuore dai danni dell’ipertensione

Il viagra fa bene anche al cuore - inteso come organo - e non solo all'amore, ai sentimenti e alla coppia. Secondo uno studio americano  la pillola blu che aiuta gli uomini a superare eventuali defaillance sotto le lenzuola ( in 10 anni è stata assunta da oltre 35 milioni di pazienti in tutto il mondo)  potrebbe rivelarsi una nuova arma per prevenire e trattare lo scompenso cardiaco. 

In uno studio sui topi, pubblicato online sul ‘Journal of Clinical Investigation’, un’equipe della Johns Hopkins University ha infatti osservato che il principio attivo del farmaco anti-impotenza esalta gli effetti di una proteina in grado di difendere il cuore dai danni dell’ipertensione.

A detta degli scienziati, ciò potrebbe spiegare quanto evidenziato da alcuni cardiologi, ossia che i pazienti trattati con Viagra guadagnavano non solo migliori performance amorose, ma anche cardiache. L’effetto ‘salva cuorè dipenderebbe da un’azione diretta del sildenafil sulla proteina Rgs2, che protegge appunto il muscolo cardiaco dal possibile ‘sfiancamentò causato dalla pressione alta.

David Kass e colleghi hanno visto che i topi geneticamente modificati in modo da non produrre Rgs2 morivano nel giro di una settimana quando la loro pressione sanguigna veniva aumentata artificialmente. Al contrario i topi con Rgs2 non morivano, mentre un terzo gruppo di animali dotati della proteina e trattati con Viagra soffriva i danni dell’ipertensione in misura significativamente minore rispetto agli altri due gruppi. Evidentemente «il sildenafil prolunga l’effetto della Rgs2 sul cuore dei topi», spiega Kass, convinto che sulla base di questi risultati «i ricercatori potrebbero sviluppare nuove terapie» anti-scompenso «oppure migliorare le ‘armì già esistenti, compresi gli Ace-inibitori» tra i quali lo stesso Viagra.

FONTE: quotidiano.net