sabato 17 gennaio 2009

Stop all'usa e getta, arriva lo slow tech


Nasce in Italia Sounders la prima rete di Slow-Tech Store completamente dedicati all’HI-Fi di nuova concezione, creata per dare la giusta importanza al piacere tattile, estetico e funzionale legato alla tecnologia. Non solo, il network di negozi Sounders selezionerà e proporrà prodotti di altissima qualità, semplici da utilizzare e soprattutto che non diventino obsoleti poche settimane dopo l’acquisto.  Tutto questo grazie all’intuizione di un italiano, Sanino Vaturi, esperto e critico dell’Hi Fi che da 30 anni gira per il Mondo alla ricerca dei migliori prodotti audio, collaborando con le più prestigiose ed esclusive marche dell’Hi Fi e che si prepara, con questo marchio-filosofia, a conquistare anche l’Europa. Sanino Vaturi, che ha firmato il successo di prodotti divenuti delle vere icone, come le ormai mitiche Radio Tivoli, ha mutuato il concetto e il successo ottenuto dal circuito slow food applicandolo alla high tech, per offrire una tecnologia di assoluta qualità, da gustare in ogni momento, il tutto all’insegna dell’ecologia, in quanto prodotti di lungo periodo rispondono anche ai problemi del riciclo degli apparecchi tecnologici. Sounders (www.sounders.it) può essere considerata la prima vera rivoluzione nel settore dell’hi-fi di questo millennio: una rete di punti vendita che propongono ai loro clienti prodotti tecnologici in grado di resistere all’intemperie del tempo, che non perdono valore pochi mesi dopo l’acquisto. Tra questi prodotti selezionati, alcuni sono diventati delle vere e proprie icone: dalle Tivoli Audio, che hanno conquistato milioni di appassionati, diventando uno dei prodotti più imitati nel mondo (solo in Italia si contano più di cento imitazioni), agli stereo compatti della Geneva Sound System, gli altoparlanti per TV e per PC della Ingenious Audio, le cuffie “immortali” della Grado, o l’altoparlante wireless per esterni della Soundcast. Sounders è a tutti gli effetti un concept network in cui tutti i punti vendita che vi aderiscono (rivenditori di Hi Fi ma anche di arredamento, grandi o piccoli), diventano i promotori della nuova filosofia dello slow tech. I prodotti possono considerarsi il meglio della qualità audio internazionale, ma anche e soprattutto veri oggetti di design. Oggetti da collezione, da vivere e conservare nel tempo, a disposizione anche delle future generazioni. Un pò come le vecchie radio a valvole degli anni ‘50, ricercate non solo dai collezionisti di tutto il mondo ma anche dagli amanti “dell’ascolto di qualità”. Cerchiamo di offrire, a tutti gli amanti della tecnologia, la possibilità di investire in qualcosa che dura negli anni e, per questa ragione permette, indipendentemente dal prezzo pagato al momento dell’acquisto, di risparmiare in termini reali.” I negozi che aderiscono alla rete Sounders si fanno portatori anche di un nuovo messaggio ambientale. Una tecnologia che dura nel tempo permette infatti di ridurre in maniera significativa il riciclo degli apparecchi e dei componenti tecnologici. Un annoso problema poco affrontato fino ad oggi ma che grazie ad una semplice intuizione contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente.

FONTE: lastampa.it