mercoledì 21 gennaio 2009

BARACK OBAMA HA GIURATO "NUOVO INIZIO CON L'ISLAM"

Barack Obama ha giurato: e' il 44esimo presidente degli Stati Uniti, il primo afroamericano. Poco prima di lui, aveva giurato anche il suo vice, Joe Biden. Nel suo discorso di insediamento, il nuovo presidente ha promesso una "nuova partenza" nei rapporti con l'Islam e ha assicurato che gli Usa vogliono "scegliere la speranza per vincere la paura". Festeggiato da una folla imponente, si calcola due milioni di persone, Obama, visibilmente emozionato, ha avuto qualche problema ripetendo la formula di rito, pronunciata mentre teneva la mano sulla Bibbia, la stessa usata da Abraham Lincoln: la teneva in mano sua moglie, Michelle, che lo guardava emozionata, insieme alle figlie, Sasha e Malia. Sulla tribuna presidenziale del Campidoglio si erano dati appuntamento, come e' di rito in questi casi, gli ex presidenti Usa ancora in vita, George W. Bush, Bill Clinton, George Bush padre e Jimmy Carter, tutti accompagnati dalle mogli. Prima dell'arrivo di Obama sulla tribuna presidenziale, erano arrivate la moglie Michelle, con le due figlie, Malia, con un cappotto azzurro elettrico, e Sasha, vestita nei toni arancione. Obama ha aperto la giornata assistendo a una funzione religiosa alla St. John Church, la 'chiesa dei presidenti', insieme a Michelle e al vicepresidente Joe Biden con la moglie. Subito dopo il gruppo si e' trasferito alla Casa Bianca dove George W. Bush e Laura si sono congedati dalla residenza che hanno occupato per otto anni, offrendo loro un caffe'. Michelle indossa un abito giallo oro, con soprabito di broccato in tinta e scarpe e guanti verde oliva: scelta a sorpresa non solo per il colore ma anche per lo stilista, una cubana che vive negli Stati Uniti.

FONTE: agi.it