venerdì 24 aprile 2009

Il chewin-gum aguzza l'ingegno e favorisce lo studio


Che dire, ripensando al caso di qualche settimana fa dove un professore di una scuola di Tarzo, in provincia di Treviso, ha multato di 50 centesimi uno studente per aver masticato del chewingum in classe: avrà forse limitato le facoltà cognitive dello studente anziché dare un esempio di educazione? Senza entrare nella polemica e nel merito della questione, quello che hanno scoperto ricercatori americani potrebbe offrire il motivo per accampare una scusa per godersi una bella “masticata” in classe. Infatti, secondo una scoperta fatta dai ricercatori del Baylor College of Medicine di Houston (Texas), la gomma da masticare può aumentare le prestazioni scolastiche degli adolescenti. Potrà sembrare strano, ma sulla base dei risultati di uno studio condotto su di un gruppo di studenti a cui è stato fatto masticare per 14 settimane un chewin-gum senza zucchero, si è scoperto che questi hanno mostrato un aumento dei punteggi conseguiti nei test standard di matematica e la qualità finale totale è stata migliore rispetto a quelli che non hanno masticato la gomma. In percentuale, l’aumento delle prestazioni logiche è stato del 3% che, secondo i ricercatori, anche se è una percentuale piccola è comunque segno di un cambiamento statisticamente significativo. Già precedenti ricerche hanno dimostrato che la gomma da masticare può aiutare a ridurre lo stress, alleviare l'ansia e migliorare l’attenzione. Questo nuovo studio, pur basandosi sulle ricerche precedenti, per la prima volta prevede un possibile ruolo per la gomma da masticare nel contribuire a migliorare la performance scolastica. Lo studio è stato presentato nella "Late Breaking" Poster Session presso l'American Society for Nutrition (ASN) e all’Annual Meeting at Experimental Biology.


FONTE: lastampa.it