giovedì 7 maggio 2009

Pronto al volo il B-787 dreamliner


Il nuovo jet passeggeri in fibra di carbonio alla fasi finali di collaudo. Potrà trasportare fino a 300 passeggeri


Il nuovo jet passeggeri con una fusoliera per la prima volta tutta in fibra di carbonio è alle battute finali prima di spiccare il primo volo previsto entro questo trimestre. Stiamo parlando del Boeing 787 Dreamliner che dopo vari rinvii è ora sulla linea di volo per gli ultimi collaudi. Tra questi le prove di carburante, i test su impianti e sistemi di potenza, il funzionamento dei propulsori. Questa fase di verifica sarà completata dai test di rullaggio sulla pista ad alta velocità. Poi sarà pronto.
COLLAUDO A TERRA - Il lavoro di collaudo sulla linea di volo segue oggi un periodo ancora più intenso di controlli al chiuso attraverso i quali i vari elementi del jet sono sottoposti a prove ben più estreme di quelle che incontrerà in esercizio. Tra queste, ad esempio i collaudi statici ad alta pressione della struttura con livelli del 150 per cento superiori ai valori normali. Le ali inoltre sono state sottoposte a sforzi che le piegavano sino a sfiorare la rottura. Ovviamente grande attenzione è stata posta sui materiali innovativi come le fibre di carbonio per la prima volta impiegati in maniera così estesa (oltre il 50 per cento). Sempre a terra si è già provveduto a simulare il funzionamento dell’intera parte hardware e software mentre alcuni elementi sono stati testati in volo su altri aeroplani.
OAS_AD('Bottom1');
CONSORZIO INTERNAZIONALE - Alla realizzazione del Dreamliner partecipano varie nazioni tra cui l’Italia con Alenia Aeronautica-Finmeccanica. Negli stabilimenti nazionali infatti è nata una sezione della fusoliera in fibra di carbonio che appunto rappresenta una delle maggiori novità. Il Dreamliner è il primo aeroplano di una nuova generazione che ha soprattutto tagliato i costi di esercizio del 20 per cento ed è caratterizzato da una nuova aerodinamica (in particolare nelle ali) e da motori General Electric e Rolls Royce più puliti. Per queste ragioni è già un aeroplano da record avendo raccolto 886 ordini da parte di 57 compagnie prima ancora di salire in cielo. Non era mai accaduto nella storia dell’aviazione. Nelle varie versioni potrà trasportare da 220 a 300 passeggeri.


FONTE: Giovanni Caprara (corriere.it)