venerdì 2 ottobre 2009

Il sito che organizza tradimenti


Pochi clic per orchestrare un appuntamento clandestino. Uniche regole: essere sposati ed avere voglia di provare nuove sensazioni

Un week end segreto o un appuntamento clandestino? Chi non ha mai sognato qualche momento di evasione? Ora però, grazie ad un nuovo e originale sito, passare dalla fantasia alla realtà è diventato davvero semplice. Basta collegarsi a Gleeden.com e il gioco fatto. Con pochi clic si può combinare un incontro perfetto. Niente più complicate bugie, chi decide di tradire può farlo con facilità. Voglia di ravvivare i piaceri passati dei primi momenti, dei flirts et della seduzione? Bisogno di fuggire, voglia di nuovo, ricerca di una relazione, sete di passione? Chi cerca tutto questo non deve perdere tempo. I francesi hanno fatto a gara per iscriversi subito e, come riporta il quotidiano "Le Parisien", il sito che incoraggia a praticare l'adulterio sta diventando una vera e propria moda. Sono soprattutto uomini dai 30 ai 40 anni i più interessati ai servizi offerti dal portale. Ad appena una settimana dal suo debutto, Gleeden.com ha attirato in Francia l'attenzione di 2mila curiosi in cerca di evasione. Le iscrizioni continuano a fioccare. Unica regola da rispettare: essere sposati e desiderare un'esperienza extraconiugale. Ideato dalla società BlackDivine, il sito mette in contatto gli aspiranti traditori e garantisce moderatori che filtrano le domande, evitando così che escort o truffatori si infiltrino nel sito sotto falso nome. Privacy e serietà sono garantiti. Il portale vuole cambiare le regole. Recita così, infatti, la scritta che si nota nella home page. «Ad oggi - spiega Truchot, uno degli ideatori - ci sono da una parte gli appuntamenti normali organizzati da siti di incontri per la ricerca dell'anima gemella, dall'altra quelli erotici». E per le coppie sposate in cerca di brividi? Il mercato non offre niente. Ecco dunque questa "grandiosa" idea, che sembra abbia trovato un'ottima risposta da parte dei navigatori della Rete. Nessun problema di morale quindi: «Il nostro servizio - continua Truchot - non è che un mezzo per facilitare un'esigenza assai diffusa». Pascal Lardellier, sociologo specializzato nei rapporti di coppia, parla di «adulterio tecnologicamente assistito». «Il sito conferma la tendenza delle coppia ad essere sempre più flessibili. Si va sempre più verso la poligamia. E Internet moltiplica le possibilità di tradire rendono gli incontri al di fuori del matrimonio più accessibili».

FONTE: lastampa.it