martedì 20 ottobre 2009

Test veloce per i liquidi in aeroporto


Una nuova tecnica è in grado di individuare in pochissimi secondi la composizione di un liquido

Mentre la Commissione europea decide di prorogare al 2012 la norma anti terrorismo che regola e limita il trasporto di liquidi a bordo degli aerei, in Germania viene messo a punto un metodo per l’identificazione rapida della composizione dei liquidi che potrebbe mettere fine alle restrizioni imposte in tal senso ai passeggeri delle tratte commerciali.

LA NOVITÀ – Il divieto attuale riguarda indistintamente qualsiasi tipo di liquido, dal momento che fino a ieri le autorità non avevano a disposizione tecniche di controllo che permettessero di distinguere velocemente (ed economicamente) il contenuto di bottiglie, dispenser e contenitori vari in possesso dei passeggeri. Ma ora che gli scienziati tedeschi del Research Centre Juelich sono riusciti a identificare un metodo rapido e per nulla costoso, le cose potrebbero finalmente cambiare. La tecnica messa a punto è stata battezzata «spettroscopia Hilbert» e si serve di un dispositivo nano-elettronico basato sul cosiddetto «effetto Josephson», in grado di produrre una gamma di radiofrequenze che si estende da pochi GigaHertz a qualche TeraHertz e grazie al quale è possibile creare in pochissimi secondi una sorta di impronta chimica dell’oggetto che viene scansionato. Il metodo funziona, sostengono gli scienziati, e appena la tecnologia sarà perfezionata e integrata in appositi scanner potrà essere commercializzata e messa al servizio della sicurezza nazionale.

LA NORMA - Il regolamento comunitario vigente, adottato nel 2006, stabilisce la quantità di liquidi che possono essere trasportati a bordo dei voli in partenza dagli aeroporti dell’Unione europea. La norma si era resa necessaria in seguito alla scoperta di un potenziale piano criminale che prevedeva un attentato da realizzare tramite liquidi esplosivi a bordo di un aereo in partenza da Heathrow e diretto negli Stati Uniti.

FONTE: Alessandra Carboni (corriere.it)