giovedì 17 giugno 2010

Arrestate due sexy tifose, ira dell'Olanda: "Scandaloso"


Erano state fermate al Soccer City Stadium per aver indossato delle minigonne arancioni con il marchio 'Bavaria', mentre la birra ufficiale dei Mondiali è la 'Budweiser'. Dure proteste del ministro degli Esteri

Dopo l’espulsione e l’interrogatorio di lunedì scorso di 36 ragazze in miniabito arancione dallo stadio Soccer City di Johannesburg, oggi due tifose olandesi sono state arrestate dalla polizia sudafricana con l’accusa di aver violato le leggi che regolano la pubblicità negli stadi. E sulla vicenda sono intervenute le autorità olandesi, definendo “scandaloso” l’arresto.

E’ scandaloso che due donne rischino la prigione per aver indossato delle gonne di colore arancione in una partita di calcio”, ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri olandese, Maxime Verhagen. Il ministro “ritiene che l’arresto e l’incriminazione siano una risposta sproporzionata”, si aggiunge nel comunicato. “Se il Sudafrica o la Fifa vogliono perseguire una società per pubblicità illegale, allora devono avviare una procedura contro la società e non contro semplici cittadini che portano una gonna arancione”, ha concluso Verhagen.

Le due donne olandesi arrestate oggi e altre 34 ragazze erano state fermate durante la partita Olanda-Danimarca perché indossavano miniabiti del colore di un produttore di birra che non fa parte del gruppo di sponsor ufficiali dei Mondiali.

Sedute sugli spalti vicino al campo di gioco, le 36 bellezze bionde avevano attirato l’attenzione dei fotografi per i loro abiti, forniti dall’azienda olandese Bavaria. Le due donne arrestate oggi sono accusate di aver organizzato l’ingresso delle ragazze nello stadio. Comparse oggi davanti alla corte a Johannesburg, sono state rilasciate dietro il pagamento di cauzione e dovranno ripresentarsi lunedì prossima per una nuova udienza.

Sulla vicenda è intervenuta oggi anche la Fifa, annunciando di voler avviare azioni legali contro la Bavaria e precisando di non aver sollecitato alcun intervento contro le donne. Budweiser, lo sponsor ufficiale, è la sola azienda che produce birra ad essere autorizzata a fare pubblicità all’interno dei 10 stadi dei Mondiali.

FONTE: quotidiano.net