mercoledì 11 agosto 2010

Regione Lazio: al via importanti provvedimenti contro l'usura


"La Regione Lazio mette in campo seri ed importantissimi provvedimenti contro la piaga sociale dell’usura, con i progetti che l’Assessore Cangemi ha annunciato, non solo si divulga la legalità sul territorio, ma si aiutano materialmente le vittime di una criminalità che ha speculato anche sulla grande crisi economica che il mondo dell’imprenditoria sta affrontando, aiutare chi è “strozzato” da debiti economici maturati verso subdoli individui che fanno capo alla criminalità organizzata, è anche un validissimo strumento pratico che va ad agevolare l’intera economia Laziale.”

Lo afferma Salvatore DE MAIO appartenente all’Arma dei Carabinieri, reduce di un attentato armato di “cosa nostra” a Palermo, referente delle associazioni per la legalità, “Donne per la Sicurezza onlus” , “Prima Difesa” e “Resistenza Anticamorra” che aggiunge:

“Ulteriore fattore innovativo ed estremamente valido dal punto di vista dell’utilità sociale, è quanto ha voluto la stessa Presidente Renata Polverini, cioè, la creazione di una rete di sportelli comunali anche associati o consorziati tra di loro che sia in grado di fronteggiare problematiche connesse ai reati contro il patrimonio, ciò significa che La Regione Lazio, colma un vuoto Istituzionale enormeprosegue De Maio fornendo un immediato aiuto pratico di supporto sociale alle vittime di tali reati, che riavvicinerà alle Istituzioni, tutti coloro che anche a causa della piaga dell’usura si sono isolati, quindi - conclude – si favorisce la demolizione di quel muro di omertà e silenzi che copre questo fenomeno che è anche una delle maggiori attività criminali del crimine organizzato.