mercoledì 10 novembre 2010

Scienziati americani ricavano sangue da cellule della pelle


Produrre sangue umano dalle cellule staminali della pelle, sangue, ovviamente, identico a quello del paziente. Potrebbe essere una svolta rivoluzionaria per le trasfusioni di sangue la scoperta degli scienziati della McMaster University di Hamilton, Ontario, che hanno scoperto come produrre sangue umano da pelle umana adulta.

La scoperta, pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Nature, potrebbe significare che in futuro ai pazienti bisognosi di sangue (durante un intervento chirurgico, un trattamento antitumorale, un trapianto o moltissime altre applicazioni) potrebbe essere trasfuso il sangue composto da cellule con il loro stesso DNA.

I tempi? Secondo gli scienziati, gli studi clinici sull’uomo potrebbero partire nel 2012. Mick Bhatia, direttore scientifico della McMaster’s Stem Cell e Cancer Research Institute della G. Michael Degroote School of Medicine, e il suo team di ricercatori, hanno inoltre dimostrato che la “conversione” da cellule della pelle a cellule del sangue è diretta, non richiede il passaggio intermedio di trasformare le staminali della pelle in staminali pluripotenti per poi trasformarle in cellule del sangue.

«Abbiamo dimostrato che questo funziona con la pelle umana. Sappiamo come funziona e credo si possa anche migliorare il processo», ha detto Bhatia. «Siamo al lavoro - ha aggiunto - per ricavare altri tipi di cellule dalle staminali della pelle».

La scoperta è stata replicata più volte nell’arco di due anni con pelle umana sia da giovani che meno giovani per dimostrare che funziona per qualsiasi età. I ricercatori hanno prelevato campioni di pelle per poi coltivare in laboratorio le staminali ricavate. Poi è stato sufficiente aggiungere alle staminali un fattore di trascrizione, cioè una proteina che induce i geni ad “accendersi”, per riprogrammare le cellule direttamente e trasformarle in cellule del sangue.

FONTE: lastampa.it