giovedì 14 aprile 2011

Arriva in Italia il contraccettivo che dura tre anni

Il ginecologo "Si impianta sottocute nel braccio della donna"

Sbarca in Italia un nuovo contraccettivo ormonale sottocutaneo. Lo impianta il ginecologo nel braccio della donna, dove rimane posizionato e attivo per tre anni, e se si cambia idea basta rimuoverlo. La novità è stata presentata oggi a Roma.
Nessun rischio, quindi, di dimenticare di assumere la pillola: a partire da maggio sarà disponibile questo piccolo “bastoncino” di due millimetri di diametro e 4 cm di lunghezza che il medico inserisce sotto la cute del braccio.
«Il ginecologo, appositamente istruito - ha detto Chiara Benedetto, ordinario di ostetricia e ginecologia e direttore del Dipartimento di discipline ginecologiche e ostetriche dell’Università di Torino - ha a disposizione uno speciale applicatore. Il primo atto che compie è inserire il dispositivo sotto la cute, nella parte interna del braccio, in modo che possa essere rilevato dalla donna in qualunque momento. E qui rimane per 3 anni».
«Se in questo periodo la paziente decide di non avere più bisogno di contraccezione, torna dal ginecologo e fa rimuovere l’impianto sottocutaneo con un’anestesia locale, senza lasciare cicatrici».
«Questo contraccettivo è a base di etonogestrel - spiega - un metabolita attivo del desogestrel, un progestinico. I vantaggi sono molteplici. Non contiene infatti estrogeni e può quindi essere utilizzato anche da donne che presentano controindicazioni al loro uso».
Il contraccettivo presenta come svantaggio quello di una possibile irregolarità del ciclo mestruale, portando nel 20% dei casi ad amenorrea e in altri casi da un flusso più abbondante o prolungato.

FONTE: lastampa.it