giovedì 22 dicembre 2011

A bordo casse con «fuochi di artificio» Ma dentro c'erano missili Patriot, made in Usa


Il mistero della nave «Thor Liberty» fermata dai finlandesi

Un caso intricato in Finlandia. Una spedizione di armi non autorizzata. Le autorità locali hanno perquisito, nel porto di Kotka (sud del paese), il mercantile «Thor Liberty» e hanno trovato nelle stive 160 tonnellate di esplosivo. Quindi in appositi contenitori un’altra sorpresa: ben 69 missili anti-aerei Patriot, di produzione americana. Secondo il manifesto di carico la merce trasportata era rappresentata da «fuochi d’artificio». La Thor Liberty era arrivata il 13 dicembre dallo scalo tedesco di Eden e sarebbe dovuta ripartire alla volta di Shangai in Cina dopo aver preso a bordo altro materiale. Per le autorità doganali non è chiara l’origine dei missili così come la destinazione finale, anche se alcune fonti hanno ipotizzato che la meta potrebbe essere la Corea del Sud. I finlandesi, però, non hanno escluso che i missili dovessero essere scaricati durante il viaggio verso la Cina.

Interessante la ricostruzione degli agenti che sono intervenuti sul mercantile. L’allarme è stato dato dagli scaricatori che hanno visto nelle stive l’esplosivo stoccato non in modo appropriato. Una successiva perquisizione ha portato alla scoperta dei contenitori con la scritta «fuochi d’artificio». All’interno c’erano invece i Patriot. Sembrerebbe dunque un ritrovamento casuale ma non sarebbe strano se gli agenti avessero agito in base ad una soffiata. Le caratteristiche delle armi e i trucchi per il trasporto aprono scenari da spy story. I Patriot (anche se ne esistono di molte versioni) sono armi che gli Usa hanno ceduto solo a paesi alleati. Possibile che qualcuno ne abbia acquistati quasi 70 per poi piazzarli in qualche stato «proibito»? O si tratta di un accordo tra due «amici» degli Stati Uniti che volevano però mantenere il segreto? C’è un legame con la crisi coreana? Forse Seul voleva rinforzare il proprio arsenale con una fornitura «coperta»? Risposte che potranno venire solo dagli investigatori. Sempre che abbiano intenzione di farlo.

FONTE: Guido Olimpio (corriere.it)