venerdì 10 febbraio 2012

Arriva il gelo artico, allarme autostrade


Neve nella notte su Roma e su tutto il centro Italia

La seconda ondata di freddo polare è arrivata. Già dalla notte tra giovedì e venerdì una perturbazione gelida, che tra per due giorni avvolgerà il Paese in un manto di neve, vento e temperature ben al di sotto dello zero. La neve è caduta in tutto il Centro-Sud, compresa Roma e le zone pianeggianti, anche a livello del mare. Nevicate fino a quote di livello del mare sono attese su Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise, con cumulate complessive elevate o molto elevate sulle zone adriatiche ed appenniniche.

I VENTI - Dalle prime ore di oggi venti forti fino a burrasca dai quadranti settentrionali sulle regioni centrali e sulla Sardegna. Venti molto forti e di burrasca dai quadranti occidentali sulle regioni meridionali e sulla Sicilia, con mareggiate lungo le coste esposte. Su Lazio e Campania nevicherà prima sopra i 100-300 metri, quindi anche qui fino al livello del mare con quantitativi moderati o localmente elevati. Neve anche in Sardegna, Basilicata e Puglia, inizialmente a quote collinari, in progressivo calo fino al livello del mare sull'Isola, con quantitativi deboli o localmente moderati. Nevicate deboli o localmente moderate su Sicilia e Calabria, dove le precipitazioni si prevedono sopra i 600-800 metri. Sul basso versante tirrenico non nevicherà, ma sulle zone costiere di Campania, Basilicata e Calabria sono attesi rovesci e temporali, accompagnati da raffiche di vento ed attività elettrica.

ALLARME AUTOSTRADE - Autostrade per l'Italia lancia l'allarme: ampi tratti della rete viaria potrebbero essere di difficile percorrenza a causa delle nevicate cominciate nella notte e in aumento nel corso della giornata di venerdì. La neve si sta concentrando sul nord-est, ma la perturbazione comincia a spostarsi sul centro-nord, in particolare l'Emilia e la fascia adriatica. Quindi imperverserà sulla parte meridionale dell'A1 Milano-Napoli. I tratti più critici sono quelli tra Milano e Barberino, tra Fabro e Orte e tra Anagni e Ceprano; A14 Bologna-Taranto, tra Bologna e Val di Sangro; A26 Genova Voltri-Gravellona Toce, tra Genova e l`allacciamento con la Diramazione Stroppiana-Santhia.

STOP AI TIR - I prefetti hanno bloccato la circolazione dei mezzi pesanti (con massa superiore alle 7,5 tonnellate) in numerose province del centro italiana e dalle 6 del mattino per le 5 province del Lazio.

IL PIANO SPECIALE PER ROMA - Roma, intanto, si attrezza per non farsi sorprendere anche da questa nuova ondata di gelo. Quasi ottanta linee di bus con catene o gomme termiche garantite sulle direttrici principali della città. Metro e ferrovie sempre attive. Per i mezzi privati obbligo di circolazione con catene a bordo o gomme termiche. Divieto di circolazione per ciclomotori e motoveicoli. Scuole e uffici pubblici chiusi per due giorni. Municipi attrezzati con sale, pale e 600 mezzi antineve. Tra oggi e domani a Roma è attesa una nuova forte nevicata: oggi in particolare «potrebbero cadere circa 30 centimetri di neve nel corso di tutta la giornata», ha spiegato ieri il sindaco Gianni Alemanno. Dopo i disagi dello scorso fine settimana, questa volta la città cercherà di non farsi cogliere impreparata.

FONTE: corriere.it