giovedì 21 giugno 2012

Processo Aldrovandi: la Corte Suprema di Cassazione respinge il ricorso degli imputati



 (Nella foto: Niccolò Ghedini, uno dei difensori degli imputati)


Alle ore 19,45 circa, la Corte Suprema di Cassazione di Roma, dopo circa 4 ore di camera di consiglio, ha ufficializzato la decisione di respingere il ricorso dei 4 poliziotti imputati nel processo “Aldrovandi”. A nulla sono servite le arringhe difensive, iniziate alle 11,00 di questa mattina, degli Avvocati difensori Claudio Marcone, Gabriele Bordoni, Niccolò Ghedini, Michela Vecchi e Giovanni Trombini. Il supremo organo giudiziario, composto dal Presidente Carlo Brusco, dal P.M. Gabriele Mazzotta e dai giudici Grasso (che ha sostituito Giacomo Foti), Izzo, Massafra e Montagni, mette la parola fine ad un processo molto discusso dal punto di vista mediatico, tanto da aver fatto pensare, a molti “addetti ai lavori” che lo hanno seguito in tutte le sue fasi, di essere stato particolarmente influenzato dal punto di vista politico. Per Luca Pollastri, Enzo Pontani, Paolo Forlani e Monica Segatto, rimane quindi la condanna scaturita dai primi due gradi di giudizio, con la sentenza d’Appello emanata il 10 Giugno 2011: tre anni e mezzo, ridotti a sei mesi con l’indulto. 

di Alessandro Nanni