mercoledì 29 agosto 2012

Isaac si abbatte sulla Louisiana



Paura a  New Orleans. Venti fino a 130 km all'ora e piogge

L'uragano Isaac ha toccato terra in Louisiana e punta verso New Orleans, sette anni dopo l'uragano Katrina che devasto' la città e causò la morte di 1.800 persone sulle coste del Golfo del Messico.

Isaac, che aveva raggiunto la forza di uragano di categoria 1 nel corso della giornata di lunedì con venti fino a 130 km all'ora, sta provocando intense piogge e pericolose mareggiate su gran parte della costa settentrionale del Golfo.

New Orleans, dove sono ancora vividi i ricordi dei danni provocati da Katrina, è una città fantasma: sbarrate le chiuse progettate per difendere la città dalle inondazioni, migliaia di persone se ne sono andate, mentre chi è rimasto è barricato all'interno. Ma l'uragano che si sposta verso nord-ovest a 13 chilometri all'ora, se manterrà questa direzione, schivera' la città.

Oltre centomila persone sono rimaste senza luce nel sud degli Stati Uniti a causa dell'uragano Isaac, che ha da poco raggiunto le coste della Louisiana con venti che superano i 120 chilometri orari. Le autorità locali hanno invitato la popolazione di Lousiana, Alabama e Mississippi a tenersi pronta per far fronte a una possibile emergenza legata a vasti blackout.

FONTE: lastampa.it