sabato 15 dicembre 2012

TROFEO ECCELLENZA: CON SETTE METE LE FIAMME MANTENGONO IL PRIMATO NEL GIRONE B


Presutti: “Questa è la nostra sesta vittoria nel 2012: stiamo continuando sulla giusta strada”

Le Fiamme confermano il trend positivo nel Trofeo Eccellenza e mettono a segno, con una prova maiuscola, la quarta vittoria consecutiva, stavolta ai danni del Rugby Reggio. Il XV allenato da Presutti ha mostrato un’ottima condizione di forma offrendo ottimi spunti di gioco in tutti i reparti e mettendo a segno ben sette mete frutto delle buona organizzazione in attacco. E’ stato un match senza storia in cui le Fiamme hanno comandato dall’inizio permettendo agli avversari di affacciarsi nella metà campo cremisi dopo più di 20 minuti. Una prestazione che dimostra l’ottimo stato di forma anche di quei giocatori che durante il Campionato vengono impiegati più di rado.
Dopo la vittoria con il Reggio, le Fiamme Oro restano al vertice del girone B del Trofeo Eccellenza con 17 punti, sei di vantaggio sulla Lazio che deve recuperare la partita con L’Aquila saltata la scorsa settimana per il maltempo. Appuntamento, dunque, il 13 gennaio per lo scontro decisivo per le sorti del girone B proprio con i biancoazzurri romani all’ Acqua Acetosa. Le Fiamme torneranno in campo sabato 22 dicembre per il match di campionato contro i Crociati Parma, scontro diretto decisivo in chiave salvezza.
“Oggi abbiamo messo a segno la sesta vittoria in questa stagione, fra Trofeo e Campionato – ha commentato coach Pasquale Presutti al termine del match – confermando la crescita che, all’inizio dell’anno, avevo pronosticato. Stiamo continuando sulla strada giusta”.

LA CRONACA
L’inizio è fulminante e le Fiamme vanno subito in meta, al 2’ minuto, con Daniele Forcucci che di forza schiaccia il pallone ricevuto da Luca Calandro. È la stessa apertura cremisi, oggi “man of the match”, a trasformare e a segnare i primi sette punti sullo score. Cinque minuti dopo è ancora Luca Calandro, oggi 7 su 8 dalla piazzola, a trasformare altri tre punti: 7 a 0. Le Fiamme sono padroni del campo in ogni fase e mantengono saldo nelle mani il pallino del gioco, sia nelle azioni al largo che nei raggruppamenti, in cui più di una volta costringono ad arretrare il pacchetto degli ospiti. Al 12’ Roberto Mariani festeggia al meglio la laurea conseguita in settimana mettendo a segno la seconda meta dell’incontro: 17 a 0 con la trasformazione di Calandro. Al 17’ Pietro Valcastelli, sul lato sinistro del terreno di gioco, riceve il pallone e schiaccia in meta; Calandro centra i pali ed è 24 a 0 per i padroni di casa. I rossoneri emiliani tentano qualche timida incursione nella metà campo cremisi e al 26’ trovano l’azione per mettere in cassa i primi, ed unici, punti del match con Bigi che porta il pallone oltre la linea di meta e Torri che centra i pali: 24 a 7. Passano solo due minuti che al 28’ Pietro Valcastelli porta a casa la seconda meta personale nata da un’azione alla mano tra Roberto Mariani e Daniele Forcucci: 29 a 7 e quarta meta che significa punto-bonus per le Fiamme. Il leit-motiv del match non cambia e sono sempre le Fiamme a comandare. I ragazzi allenati da coach Presutti non tirano i remi in barca e, allo scadere, arrivano altri sette punti con la meta di Damiano Vedrani e la trasformazione del solito Calandro. Il primo tempo si chiude sul 36 a 7 per i padroni di casa.
All’inizio della seconda frazione di gioco, coach Presutti decide di dar respiro ad alcuni giocatori e, prima di scendere in campo, effettua ben tre cambi. Fischio d’inizio e Reggio, come già fatto nei precedenti incontri con le Fiamme tra campionato e Trofeo, mostra ben altro carattere costringendo i padroni di casa a subire per più di dieci minuti. Ma una volta assestato il XV con i nuovi entrati in campo (altri due cambi nel frattempo), le Fiamme tornano a dettar legge e al 26’ il “man of the match” Luca Calandro fa tutto da solo: meta e trasformazione che portano le Fiamme avanti 43 a 7. La partita oramai non ha più nulla da dire, ma allo scadere c’è ancora tempo per una meta delle Fiamme, la settima, stavolta con la mischia: è Marco Moscarda a schiacciare oltre la linea al 39’. C’è tempo solo per la trasformazione ancora di Luca Calandro che blocca il punteggio sul 50 a 7. L’inglese Carlley dice che può bastare e fischia la fine.

IL TABELLINO

Roma “Caserma S. Gelsomini” – sabato 15 dicembre 2012 
Trofeo Nazionale di Eccellenza 2012-2013 IV giornata di andata del girone B 
FIAMME ORO RUGBY V REGGIO RUGBY – 50-7 (36-7)

Marcatori : p.t. 2’ m Forcucci tr Calandro (7-0); 7’ cp Calandro (10-0); 12’ m Mariani tr Calandro (17-0); 17’ m Valcastelli tr Calandro (24-0); 26’ m Bigi tr Torri (24-7); 28’ m Valcastelli (29-7); 38’ m Vedrani tr Calandro (36-7)
s.t. 24’ m Calandro tr Calandro (43-7); 39’ m Moscarda tr Calandro (50-7)

Reggio Rugby : Biffi (17’ st Fontanesi), Beltrami, Silva, Carbone, Mora (10’ st Russotto), Torri, Daupi, Bigi, Scalvi F., Torlai, Caselli (31’ st Maccagnani), Pulli (25’ st Bezzi), Rizzelli (8’ st Fiume), Scalvi G. Goti (10’ st Fontana)
a disp: Borciani
Allenatore: Alessandro Ghini

Fiamme Oro Rugby : Mariani (1’ st Canna), Andreucci, Rosa, Forcucci (1’ st D’Angelo), Valcastelli, Calandro, Marinaro, Vedrani (29’ st Sutto), Favaro (22’ st Cerqua), Pellegrinelli (14’ st Zitelli), Galluppi, Cazzola, Duca (1’ st Gentili), Moscarda, Suaria
a disp. : Cocivera, Benetti
Allenatore : Pasquale Presutti 

Arbitro : Carlley (RFU)

Man of the match : Luca Calandro (FFOO)
Calciatori :  Calandro (7/8); Torri (1/1)


Note : cielo coperto, terreno in perfette condizioni, temperatura 12°, spettatori 100 ca.
Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro 5, Reggio 0

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby