lunedì 7 gennaio 2013

LE FIAMME CONQUISTANO IL DERBY CON LA LAZIO


Presutti: “Con la partita di oggi ci siamo avvicinati ancora di più al nostro obiettivo stagionale: la salvezza. Sono soddisfatto anche perché avevo chiesto ai ragazzi una prova maiuscola e loro hanno risposto nel migliore dei modi”.

Dopo tredici anni le Fiamme tornano alla vittoria nella stracittadina contro la Lazio e lo fanno da ospiti al campo dell’Acqua Acetosa in un match al cardiopalma, deciso in pieno recupero dal piede di Nicola Benetti. Il team di Presutti ha saputo interpretare la partita nel migliore dei modi e sfruttare al meglio gli errori degli avversari, capitalizzandoli al massimo. Davanti ai mille spettatori giunti oggi al “Giulio Onesti” per assistere all’incontro che mancava da tanto tempo, le Fiamme hanno mostrato, soprattutto nei primi quaranta minuti, un’ottima organizzazione del gioco, dando vita ad un match piacevole e mai noioso. Nel secondo tempo si è fatta sentire un po’ la stanchezza, dovuta anche alla lunga sosta natalizia e il gioco ne ha risentito. La difesa delle Fiamme oggi è stato sicuramente il reparto che ha fatto la differenza tra le due squadre e che, raramente, ha lasciato spazi utili ai biancocelesti.


Un risultato, 19 a 17, che consente al XV della Polizia di Stato di raggiungere il settimo posto in classifica, insieme al San Donà, con 20 punti. Un bottino quasi insperato ad inizio stagione e che permette ai Cremisi di sorpassare Lazio e Reggio e di navigare in acque più tranquille. Per uno strano incrocio dei calendari, ci sarà la “rivincita”. Infatti le Fiamme nel prossimo incontro affronteranno di nuovo, sempre all’Acqua Acetosa, il team allenato da Victor Jimenez in occasione della 5^ giornata del Trofeo Eccellenza, in cui le due squadre si contendono la testa del girone B.


“Con la partita di oggi – ha detto coach Pasquale Presutti al termine del match – ci siamo avvicinati ancora di più al nostro obiettivo stagionale: la salvezza. All’inizio della mia avventura con le Fiamme avrei messo la firma per trovarmi a quota venti punti alla fine del girone di andata. Essere in quella posizione in classifica è la dimostrazione che il lavoro fatto finora da tutti è stato ottimo. Ora che l’obiettivo è quasi raggiunto, dobbiamo guardare oltre e pensare anche a migliorare la nostra qualità di gioco. Sono soddisfatto anche perché avevo chiesto ai ragazzi una prova maiuscola e loro hanno risposto nel migliore dei modi. Questa è una squadra che non molla mai fino all’ultimo secondo e contro la Lazio, oggi, ne abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione”.


Le Fiamme Oro Rugby dedicano la vittoria nel derby a Claudio Ventura, poliziotto di 49 anni in forza al reparto cinofili del Centro addestramento alpino di Moena ed ex atleta delle Fiamme Oro Sci nordico, scomparso ieri durante un’escursione in montagna in Val di Fiemme, a causa di una slavina che lo ha travolto. Alla sua famiglia va il cordoglio di tutta la famiglia delle Fiamme Oro Rugby.


LA CRONACA


Sono le Fiamme a mettere a segno i primi punti del match con il centro Giovanni Massaro che, all’8’, raccoglie uno splendido off-load in sottomano di Andrea Balsemin e schiaccia. Nicola Benetti trasforma e porta i cremisi in vantaggio 7 a 0. La reazione dei padroni di casa si fa sentire al 17’ e al 22’ con due piazzati di Gerber che consentono ai biancocelesti di muovere lo score: 6 a 7. Ci pensa Nicola Benetti al 25’ ad incrementare il punteggio delle Fiamme sempre dalla piazzola: 6 a 10. La Lazio prova ancora a farsi sotto, ma al 38’ fallisce l’occasione con Gerber che, da lunga distanza non centra i pali. Allo scadere del primo tempo è ancora la Lazio ad avere l’occasione di accorciare le distanze e stavolta Rubini porta a casa tre punti dalla piazzola. L’arbitro Falzone fischia la fine della prima frazione che si chiude sul 9 a 10.

I secondi quaranta minuti vedono le due squadre affrontarsi a viso aperto con numerosi capovolgimenti di fronte, quando al 25’ è ancora il piazzatore designato delle Fiamme, Nicola Benetti, a mettere un ulteriore sigillo con il piede: 9 a 13. Nel frattempo coach Presutti cambia tutta la prima linea, oggi un po’ in difficoltà contro il pack biancoceleste. Dieci minuti dopo, al 35’, in inferiorità numerica per il cartellino giallo a Lo Sasso, i padroni di casa mettono a segno una meta con Colabianchi che, per la prima volta, porta avanti la Lazio: 14 a 13. La risposta delle Fiamme arriva sempre dal piede di Benetti al 38’ che dà il temporaneo vantaggio agli ospiti: 14 a 16. Il match sembra incanalarsi nei binari dei cremisi, ma allo scadere un “tenuto” di Vicerè all’altezza dei 22 ospiti consente alla Lazio di portarsi di nuovo in vantaggio di un punto: 17 a 16. Ma le Fiamme non mollano, anche quando tutto oramai sembra essere perduto e, in pieno recupero, sempre per un “tenuto” stavolta all’altezza della linea dei 22 biancocelesti, Nicola Benetti poggia sulla piazzola il pallone che vale il match. Il tiro non è dei migliori, teso e basso, ma abbastanza potente per arrivare ad oltrepassare la traversa dei pali laziali. Le bandierine dei giudici di linea, prima, che convalidano il calcio e il triplice fischio di Falzone, poi, dicono che può bastare e danno alle Fiamme Oro Rugby una storica vittoria con il punteggio di 17 a 19.


IL TABELLINO


Roma, 6 gennaio, CPO “Giulio Onesti”


Campionato Nazionale Eccellenza, X giornata


SS Lazio Rugby 1927 vs Fiamme Oro Roma (17-19)


Marcatori: primo tempo: 8’ meta Massaro tr. Benetti (0-7); 17’ cp Gerber (3-7); 22’ cp Gerber (6-7); 44’ cp Rubini (9-10); secondo tempo: 28’ cp Benetti (9-13); 35’ meta Colabianchi (14-13); 38’ cp Benetti (14-16); 40’ cp Bruni (17-16); 43 cp Benetti (17-19).


SS Lazio Rugby 1927: Gerber (1’ st Lo Sasso); Sepe, Bisegni, Manu, Varani (24’ st Bruni S.); Rubini Gi., Bonavolontà D. (36’ st Canale S.); Zanini, Ventricelli (14’ st Nitoglia), Riccioli; Keogh (18’ st Nardi), Colabianchi (cap); Young, Lorenzini (18’ st Fabiani), Pepoli (25’ st Panico).


All: De Angelis e Jimenez

Fiamme Oro Rugby: Sapuppo; Valcastelli, Forcucci, Massaro, Mariani; Canna, Benetti; Vedrani, Santelli (9’ pt Galluppi), Favaro; Mammana, Sutto; Duca G. (4’ st Di Stefano), Cerqua (cap) (23’ st Vicerè), Cocivera (13’ st Gentili).


All: Presutti


Arbitro: Falzone (Padova)


g.d.l. Boaretto (Rovigo), Cusano (Vercelli)


quarto uomo: Romani (Colleferro)


Cartellini: espulsione temporanea a Lo Sasso (Lazio) al 23’ st.


Punti in classifica: Lazio 1, FFOO 4.


Calciatori: Benetti (FFOO) 4 su 5; Gerber (Lazio) 2 su 3; Rubini (Lazio) 1 su 3; Bruni (Lazio) 1 su 1.


Note: giornata fredda e soleggiata. Spettatori: 1000 circa.

FONTE: Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby