mercoledì 25 dicembre 2013

Coldiretti: regali per 4,1 miliardi. Meno 5% rispetto al Natale 2012

L'elaborazione evidenzia che il valore dei doni degli italiani sotto l'albero è sceso in un anno di 205 milioni, con la tendenza al regalo utile. Metà popolazione ha speso quanto l'anno scorso, il 20% ha tagliato di un quarto, il 9% ha ridotto le uscite a meno della metà. Ma c'è un 10% che ha speso di più. Calano abiti, divertimento e tecnologia

Le famiglie italiane hanno scartato regali per un valore di 4,1 miliardi, con un taglio in valore del 5 per cento rispetto allo scorso anno. E' quanto emerge da una elaborazione Coldiretti, sulla base dell'indagine Deloitte, dalla quale si evidenzia che in ogni famiglia sono stati scartati in media sotto l'albero quasi 5 regali per un valore di circa 36 euro ciascuno.

Rispetto allo scorso anno - sottolinea la Coldiretti - il valore dei regali degli italiani è sceso complessivamente di 205 milioni di euro, ma si registra anche una tendenza  all'acquisto di regali utili.

Circa la metà degli italiani (47 per cento) ha speso per regali come lo scorso anno mentre il 20 per cento ha tagliato la spesa di ¼, il 13 per cento dimezzata e il 9 per cento ridotta a meno della metà, ma c'è anche un 10 per cento che ha speso di più, secondo l'analisi Coldiretti/Ixè.

Il 54 per cento degli italiani - continua la Coldiretti - avrebbe voluto trovare sotto l'albero qualche cosa che serve, ma che ha rimandato di acquistare, il 20 per cento un regalo utile che non ha mai pensato di acquistare e solo il 17 per cento un regalo sfizioso  che non si puo' permettere.

Il risultato - sostiene la Coldiretti - è che significativi cali nei regali si registrano per abiti, tecnologie e divertimento. Resistono di più le spese nel settore alimentare per i tradizionali pranzi e cene natalizi. Tra i beneficiari i tagli - conclude la Coldiretti - hanno riguardato soprattutto parenti e amici e meno i regali destinati a se stessi, al partner/coniuge e soprattutto ai bambini.

FONTE: repubblica.it