sabato 31 maggio 2014

Ucraina, ancora bombe su Sloviansk: vittime. Esplosioni ad aeroporto Donetsk



Sono ripresi nella notte i bombardamenti dell'artiglieria ucraina sulla martoriata città di Sloviansk, una delle roccaforti ribelli nella regione di Donetsk. «Il bombardamento ha causato vittime tra i civili», scrive Ria Novosti. «È una vendetta per l'abbattimento dell'elicottero» ucraino, accusano i ribelli. Esplosioni sono risuonate nell'aeroporto di Donetsk. I ribelli, citati da Interfax, affermano che una bambina è rimasta ferita nel distretto 'Ottobre', limitrofo alla scalo. 

I bambini evacuati Intanto la Russia, per bocca del responsabile dei diritti dell'Infanzia, Pavel Astakhov, si dice pronta ad accogliereun gruppo di 175 bambini provenienti dalle zone di conflitto dell'est Ucraina che sono arrivati a Camp Artek, in Crimea. Lo riferiscono media ucraini. Camp Artek è la struttura di Yalta dove morì 50 anni fa Palmiro Togliatti, da sempre struttura di accoglienza delle colonie estive per adolescenti e bambini. «Ho chiesto a ministri e governatori delle regioni confinanti con l'Ucraina di mettere a punto piani d'evacuazione,predisporre il transito al confine e dare status legale alle famiglie dei piccoli», ha detto Astakhov citato da Itar-Tass. Nella sola Sloviansk ci sarebbero circa 20mila minori, 5.000 i bimbi.

Gli Usa Kiev «ha la responsabilità di far rispettare la legge e mantenere l'ordine sul proprio territorio. Abbiamo visto tanti abusi da parte dei separatisti, compresi assassini, rapimenti e saccheggi». Così la portavoce del dipartimento di Stato americano Jen Psaki. «Alcuni sfortunati incidenti possono capitare in zona di guerra: raccomandiamo a Kiev di limitare i danni alla popolazione civile», ha aggiunto. Le dichiarazioni di Psaki hanno grande risalto oggi sulle agenzie russe. L'Ucraina sta esercitando moderazione nella sua operazione militare nell'est e i denunciati casi di abusi dei diritti umani - che Mosca bolla come crimini contro l'umanità, come l'uccisione indiscriminata di civili o gli spari contro ambulanze e medici - sono «solo incidenti», ha aggiunto, rispondendo alle domande incalzanti di diversi giornalisti nel corso di una conferenza stampa. Il testo è pubblicato sul sito del dipartimento di Stato americano.

FONTE: ilmessaggero.it