domenica 9 novembre 2014

Iniezioni più facili grazie all’evidenziatore di vene


Chi ha paura di aghi e siringhe tirerà un leggero sospiro di sollievo. Gli aghi ahimè restano, ma un nuovo dispositivo a luci infrarosse sviluppato dagli scienziati della banca del sangue dalla Croce Rossa Australiana consentirà agli infermieri di individuare le vene prima dei prelievi, evitando così quei tentativi che talvolta non vanno a buon fine e che scatenano l’ansia dei donatori e di chi si deve sottoporre agli esami del sangue.
La luce a infrarossi
La tecnologia illumina con luce a infrarossi le braccia del paziente, evidenziando le vene, che in questo modo sono subito visibili sulla pelle. Le vene infatti contengono emoglobina deossigenata, che assorbe la luce infrarossa e genera una mappa delle vene in tempo reale.
I test
I test verranno effettuati su 300 volontari che doneranno il sangue per la prima volta e su 600 donatori abituali tra i 18 e i 30 anni. I ricercatori sperano che con questo nuovo metodo possa aumentare il numero di donatori.

FONTE: corriere.it