giovedì 1 gennaio 2015

Italiane rapite in Siria, diffuso video su YouTube


Greta Ramelli e Vanessa Marzullo scomparse ad Aleppo lo scorso 31 luglio. Le immagini in Internet, girate il 17 dicembre, sembrerebbero autentiche. Ma non si hanno conferme.




Immagini drammatiche, ma che danno un filo di speranza: un video pubblicato su YouTube mostra le immagini, a prima vista autentiche - ma non si hanno al momento ulteriori conferme - delle due volontarie italiane, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, rapite in Siria il 31 luglio scorso. Il video sarebbe stato girato il 17 dicembre. La Farnesina è al lavoro per verificare l’attendibilità del filmato. 

«Siamo Greta Ramelli e Vanessa Marzullo», dice in inglese con un forte accento italiano e tenendo gli occhi bassi, la prima delle ragazze. «Supplichiamo il nostro governo e i suoi mediatori di riportarci a casa prima di Natale. Siamo in estremo pericolo e potremmo essere uccise», prosegue con tono provato. «Il governo e i suoi mediatori sono responsabili delle nostre vite», conclude senza mai guardare la telecamera mentre l’altra giovane italiana la fissa per pochi secondi. Rispetto alle fotografie circolate sul web prima del rapimento, le ragazze appaiono molto dimagrite e dai tratti particolarmente tirati. 

Il link al video pubblicato oggi su YouTube è stato postato da un giornalista arabo, Zaid Benjamin, su twitter (@ziadbenjamin) con l’hashtag #Syria A Video shows 2 Italian hostages believed they were aid workers held by Jabhat Al-Nusra http://youtu.be/ma6RoszaMPE (`un video mostra due ostaggi italiane, probabilmente volontarie, tenute da Jabhat al-Nusra/).

FONTE: lastampa.it