domenica 11 gennaio 2015

Il presidente francese Hollande: «Parigi oggi è la capitale del mondo»

(Afp)
 
Oltre un milione di persone nelle strade della capitale francese per manifestare contro il terrorismo islamico che ha ucciso 17 persone innocenti mella metropoli transalpina
 
« Oggi Parigi è la capitale del mondo». Lo ha detto il presidente francese Francois Hollande ai suoi ministri riuniti all’Eliseo nel giorno della grande marcia contro il terrore nella capitale francese con almeno un milione di persone e capi di Stato e di governo da tutto il mondo.
Intanto, place de la Republique, punto di partenza del corteo, è affollta da un almeno un milione di persone. In una splendida giornata invernale di sole, molti parigini hanno deciso di andare a manifestare contro le violenze e gli attacchi alla libertà portando con sé anche la famiglia e i bambini sono moltissimi. Tutti insieme in pulmino Hollande e gli altri capi di Stato e di Governo sono arrivati alla testa del corteo. Momenti di attesa per mettere i leader nei posti previsti prima di iniziare alla marcia. Ad aprire il corteo il presidente francese Francois Hollande, affiancato da altri leader europei, tra cui il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker, il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi, il premier britannico David Cameron e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Dopo aver percorso le prime centinaia di metri del percorso alla testa del corteo, assieme ai parenti delle vittime e alla redazione di Charlie Hebdo sfuggita alla strage, il presidente Hollande e gli altri capi di Stato e di governo sono tornati all’Eliseo. Successivamente, Hollande ha in programma una visita alla Grande sinagoga mentre i leader ripartiranno per i rispettivi paesi.
Intanto le famiglie dei 4 ebrei morti venerdì nell’ipermercato koscher a Parigi, per mano del terrorista islamico Amedi Koulibaly hanno dichiarato che le vittime saranno sepolte martedì prossimo in Israele.
 
FONTE: corriere.it