giovedì 12 novembre 2015

Terrorismo, blitz del Ros: 17 iracheni arrestati per l’operazione ‘Jweb’

Secondo le prime indiscrezioni, tutta l'organizzazione faceva capo al mullah Krekar fondatore del gruppo islamista Ansar Al Islam, e rifugiato in Norvegia dal 1991. L'accusa è di associazione con finalità di terrorismo internazionale aggravata dalla transanzionalità del reato

Un’operazione transnazionale che ha coinvolto Italia, Gran Bretagna, Norvegia, Finlandia e Svizzera e che ha smantellato un’organizzazione terroristica strutturata su più livelli. Sono 17 le persone arrestate nelle prime ore del mattino – 6 in Italia e le altre tra Norvegia, Regno Unito e Finlandia – nel corso del blitz dei carabinieri del Ros, eseguito in collaborazione con altre forze di polizia europee e Eurojust. Secondo le prime indiscrezioni, tutta l’organizzazione faceva capo al mullah Krekar fondatore del gruppo islamista Ansar Al Islam, e rifugiato in Norvegia dal 1991.
L’operazione è scattata simultaneamente in diversi Paesi europei, con il coordinamento di Eurojust e l’accusa è di associazione con finalità di terrorismo internazionale aggravata dalla transanzionalità del reato. I particolari saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11 presso gli uffici della procura nazionale antimafia e antiterrorismo, alla presenza del procuratore nazionale, del procuratore della repubblica di Roma e del comandante del Ros.
L’indagine è partita cinque anni fa a partire dal monitoraggio dei circuiti informatici. Da lì il Ros, che ha svolto leindagini, ha ricostruito i contatti tra i soggetti coinvolti, individuando una cellula radicata in Italia che, però, faceva parte di un movimento più ampio.
FONTE: Andrea Palladino (liberoquotidiano.it)