domenica 15 novembre 2015

Esordio vincente in Qualification Cup per le Fiamme Oro, battuto il Royal Kituro 24 a 6

ph. Alain Dams
Bruxelles – Esordio positivo per le Fiamme che tornano dalla trasferta in Belgio con una vittoria nella prima partecipazione in assoluto ad una competizione europea.
Una buona prova nel complesso per il XV della Polizia di Stato che, sotto una pioggia costante e il vento gelido di Bruxelles, ha dovuto un po’ soffrire per portare a casa i quattro punti contro i campioni belgi del Royal Kituro, sia per l’ottima difesa messa in atto dai neroverdi, che comunque si sono affacciati ben poche volte nella metà campo ospite, sia per demeriti dei Cremisi, poco precisi in touche (soprattutto nel primo tempo) e spreconi in fase d’attacco. Sono state infatti molte le azioni che avrebbero potuto portare in meta le Fiamme, ma è spesso mancata la precisione nell’ultimo passaggio.
Dunque, vittoria e un po’ di rammarico per il punto bonus lasciato sul sintetico di Schaerbeek per i ragazzi di Eugenio Eugenio, comunque contento della prestazione a fine match: “Sì, è vero abbiamo sprecato molte occasioni e probabilmente il punteggio sarebbe potuto essere più rotondo, ma sono più che contento per questo esordio europeo; molti di noi, me compreso, non avevano mai varcato i confini rugbistici italiani e quella di questi due giorni in Belgio è stata anche una bella esperienza di vita. Adesso mettiamo questa vittoria da parte e ci concentreremo sul il prossimo impegno che sarà di sicuro ben più impegnativo”.
Infatti sabato 24 novembre in casa, per il secondo turno della Qualification Cup, le Fiamme dovranno vedersela con il Mogliano, formazione contro la quale hanno sempre registrato sconfitte tra le mura amiche della caserma “S. Gelsomini”.
LA CRONACA
Arrivano con Giovanni Massaro i primi punti europei nella storia delle Fiamme Oro Rugby: da un’azione iniziata da Simone Marinaro, Tom Halse riesce a incunearsi tra le maglie avversarie e con un grande offload serve il centro cremisi che deve solo depositare il pallone oltre la linea. Maicol Azzolini (oggi 4 su 4 dalla piazzola) si incarica della trasformazione e fa 0 a 7. Al 13’ l’estremo delle Fiamme ha l’occasione per portare gli ospiti oltre il break e la sfrutta al meglio centrando ancora i pali: 0-10. Le Fiamme premono costantemente nella metà campo dei belgi, guadagnano varie rimesse laterali ma non riescono a vincere le touche, nonostante la netta superiorità dimostrata nei raggruppamenti e nelle maul con cui a volte spingono gli avversari per decine di metri. Al 29’ i padroni di casa levano lo zero dal tabellone con Meeus che centra i pali e riduce le distanze: 3 a 10, punteggio con cui si chiude il primo tempo.

Al rientro in campo le Fiamme mettono a segno la seconda meta: al 44’, dopo un’insistente azione sui 5 metri del Kituro con le Fiamme che cercano di sfondare con la maul, Simone Marinaro trova lo spazio per schiacciare in meta. La trasformazione di Maicol Azzolini riporta i Cremisi a distanza di sicurezza sul 3 a 17. Anche nel secondo tempo le Fiamme costruiscono molto ma non riescono a finalizzare, anche per la buona difesa dei neroverdi che non permettono agli ospiti di portare a conclusione le azioni. Così, al 52’ di nuovo il piede di Meeus porta i belgi a -11. Dopo tre minuti entrambe le squadre restano in 14 con Simone Marinaro e Tixhon che vanno a sedersi per dieci minuti sulla panca dei cattivi per reciproche scorrettezze. Inizia la girandola delle sostituzioni per entrambe le squadre, ma la musica in campo non cambia con le Fiamme a dirigere e il Kituro a cercare di limitarne il gioco. Tentativi che al 65’ vengono rotti da una bella azione alla mano degli ospiti, conclusa da una corsa di 30 metri di Pietro Valcastelli che va a schiacciare alla bandierina; Maicol Azzolini, stavolta da posizione molto defilata, centra l’acca per la quarta volta e fissa lo score sul 6 a 24. Gli ultimi 15 minuti registrano i costanti attacchi delle Fiamme alla ricerca della meta-bonus che, invece, non arriva. L’arbitro inglese Ridley dice che può bastare e manda le due squadre sotto la doccia.
IL TABELLINO
Bruxelles Royal Kituro Rugby Club, sabato 14 novembre 2015, ore 14.00
1^ giornata Qualification Cup 2015-2016
Royal Kituro Rugby Club v Fiamme Oro Rugby 6-24 (p.t. 3-10)

Marcatori: 7’ m Massaro tr Azzolini (0-7), 13’ cp Azzolini (0-10), 29’ cp Meeus (3-10), 44’ m Marinaro tr Azzolini (3-17), 52’ cp Meeus (6-17), 65’ m Valcastelli tr Azzolini (6-24)
Royal Kituro: Meeus, Ronge, Tixhon, Pech (60’ Quertigniez), Steisel, Orban de Xivry, Gaudy (58’ Yoco), Abrahams, Lescarboura, De Staercke (48’ Paternoster), Catteau, Braun (58’ Nkwasina), Pinte (48’ Cauwenberghs), Tint (62’ Dumont), Rinsbergh (68’ Calistri)
A disposizione N.E.: Gallissaires,
All: Frederic Duville

Fiamme Oro Rugby: Azzolini (68’ Sapuppo), Di Massimo, Massaro (53’ Della Rossa), Valcastelli, De Gaspari, Halse, Marinaro (68’ Calabrese), Duca, Favaro, Zitelli (68’ Moriconi), Mammana (60’ Iovenitti), Sutto, Di Stefano (53’ Ravalle), Vicerè (cap) (68’ Cerqua), Naka (58’ Cenedese)
All: Eugenio Eugenio

Arbitro: Cristophe Ridley (RFU)
Cartellini: 55’ (G) Marinaro (FFOO) e Tixhon (Kituro)
Man of the match: Matteo Zitelli (FFOO)
Calciatori: Azzolini 4/4 (cp 1/1 tr 3/3); Meeus 2/2 (cp 2/2)
Note: spettatori 550 ca.; osservato un minuto di silenzio prima dell’inizio del match per le vittime degli attentati del 13/11 a Parigi.

Punti conquistati: Kituro 0, Fiamme Oro 4
14 novembre 2015
FONTE: Cristiano Morabito – Media manager Fiamme Oro Rugby