sabato 28 novembre 2015

Mali, commando armato attacca la base Onu a Kidal: almeno 3 morti

Formazioni islamiche nelle vicinanze di Kidal (Afp)

Colpi di mortaio e razzi contro l’acquartieramento dei caschi blu. Il raid è avvenuto in piena notte. Il portavoce: «È ancora presto per fare bilancio preciso dell’accaduto»

Bombe e razzi sulla base Onu. Tre morti e 14 feriti nell’attacco sferrato da un commando armato con l’appoggio di colpi di mortaio contro l’acquartieramento dei caschi blu a Kidal, nel nord del Mali. Tra le vittime due soldati della Guinea e un civile. Lo ha riferito il portavoce della Minusma, la forza di pace delle Nazioni Unite nel Paese africano, Olivier Salgado, spiegando che nella notte quattro o cinque razzi sono piovuti sulla base causando un numero imprecisato di vittime.L’ex colonia francese è in piena emergenza terrorismo dopo l’attacco del 20 novembre di un commando jihadista a un hotel della capitale Bamako che ha causato 20 morti. Per gran parte del 2012 il nord del Mali è stato occupato da guerriglieri islamici, poi respinti dall’intervento militare francese, ma le violenze sono proseguite.

FONTE: corriere.it