martedì 1 novembre 2016

Isis, l'esercito iracheno entra a Mosul

 



 L'esercito iracheno è entrato a Mosul. Le forze irachene sono entrate nella periferia dopo aver preso il controllo della vecchia tv che si trova nel cuore di Gagjali, il primo quartiere a est del centro della città. Lo riferiscono fonti militari. 
I militari hanno lanciato oggi nuovi assalti su tutti i fronti, nel tentativo di aprirsi un varco verso il cuore della città.

«Le Golden Eagle hanno iniziato un assalto contro la vecchia torre tv nel cuore di Gagjali», il quartiere est di Mosul dove ieri le truppe irachene hanno sfondato le linee dell'Isis entrando in città. Lo riferiscono fonti della sicurezza irachena. Sull'area soffia un forte vento carico di sabbia che ha ridotto fortemente la visibilità. «Vi libereremo dall'Isis», ha detto il portavoce della coalizione a guida Usa, colonnello John Dorian, in una conferenza stampa trasmessa in diretta tv rivolgendosi agli iracheni.

«Come comandante degli uomini e delle donne che hanno addestrato più di 6mila uomini in Kurdistan, non posso che essere orgoglioso, soddisfatto del lavoro svolto» ha detto il Generale Ristuccia, comandante del Contingente in Iraq inquadrato nell'Operazione Prima Parthica. «Con l'addestramento, in particolare sugli ordigni artigianali, abbiamo contribuito a creare le condizioni per affrontare in modo decisivo l'Isis. E risparmiare tante vite». 

L'Isis ha reagito agli attacchi e «ha massacrato oggi 300 civili a nord di Mosul, accusandoli di aver collaborato con le forze nemiche – ha detto un esponente del Consiglio di Ninive, Hossam al-Din al-Abbar, citato dai media iracheni - I plotoni di esecuzione hanno fatto strage nel villaggio di Moshairefa». Nella cittadina di Ninive sulla sponda orientale del Tigri a Mosul, invece, sono stati messi a morte 50 miliziani “fuggiti dal fronte”, dopo una sentenza della “Corte islamica jihadista”, nella base Isis di al-Ghazlani, riferisce la tv Al Sumaria News. 

FONTE: ilmessaggero.it