giovedì 8 dicembre 2016

La Commissione Ue: “Irregolari l’80% dei migranti che arrivano in Italia”

Bruxelles archivia la procedura di infrazione contro Italia e Grecia sulla procedura per la raccolta delle impronte

«Se confrontiamo Italia e Grecia vediamo che fino all’80% dei migranti che attraversano il mar Egeo sono profughi, mentre la maggioranza di quelli che arrivano in Italia dal Mediterraneo centrale, anche in questo caso l’80%, sono irregolari. Non intendiamo cambiare i criteri» delle nazionalità da ricollocare. 

Lo afferma il commissario Ue Dimitris Avramopoulos a chi chiede se non si pensi a una modifica dei criteri per le nazionalità da ridistribuire, visto che in Italia non ci sono abbastanza siriani ed eritrei candidabili.  

Intanto Bruxelles ha deciso di archiviare i procedimenti di infrazione avviati nei confronti di Grecia e Italia perché hanno attuato correttamente il regolamento Eurodac, la banca dati della Ue per le impronte digitali dei richiedenti asilo. Nel dicembre 2015 la Commissione aveva inviato a Grecia e Italia lettere di costituzione in mora perché i due paesi non rilevavano né trasmettevano alla banca dati Eurodac le impronte digitali di tutti i cittadini di paesi terzi entrati in modo irregolare nella Ue attraverso le loro frontiere esterne. 

FONTE: lastampa.it